Gimel avanti a testa alta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Le Gimelline scendono in campo con KYDA - foto Polisportiva S.Agata ©

Le Gimelline scendono in campo con KYDA – foto Polisportiva S.Agata ©

 

Massa Lubrense – Prima sconfitta stagionale per la Gimel S.Agata, ieri in quel di S.Agata. La Tecnocompositi Volley Scafati espugna la Pulcarelli, consolidando il proprio ruolo di protagonista del campionato. Una sfida molto attesa in casa Gimel, come sottolinea il presidente Tizzano prima dell’inizio del match : “Questa non è una di quelle  partite da vincere necessariamente. Ma giochiamo in casa e dopo la sconfitta in Coppa Campania, dovranno sudare per vincere”. Giusta previsione quella del numero uno biancoblu, infatti il risultato finale tradisce l’andamento della gara.
La Gimel parte con estrema lucidità nel primo set. Tre punti consecutivi di Casa e un ace di Aversa C. portano al time-out tecnico 12-8. La tensione è alta, si gioca sul punto a punto. La compagine avversaria riesce tuttavia a segnare il colpo finale, passando dal 24-23 al 24-26.
Le Santagatesi non cedono,  anzi si impongono fin dall’inizio del secondo parziale. A suon di ace e di un attacco che gira bene, si marcia fino al 18-9. La freddezza delle ospite consente tuttavia un epilogo uguale a quello del precedente set: dopo una fast di Casa (24-23) il risultato è nuovamente  24-26.
Dopo i due tentativi falliti per un soffio, la Gimel lascia più spazio alle avversarie nell’ultimo capitolo della terza giornata di campionato. Marciano e Mastellone non bastano, i giochi terminano 20-25.
Ottima prova di carattere per le biancoblu, le quali dimostrano di poter dare filo da torcere anche ad una squadra che punta più in alto. Il lavoro del coach Nica sembra mostrare i primi segnali di crescita, in attesa del prossimo match fissato per domenica 10 Novembre ancora alla Pulcarelli.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!