Sorrento, Chiappino analizza il Chieti: “Hanno qualità in difesa e in attacco”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Luca Chiappino

Luca Chiappino

“Guai a sottovalutare il Chieti, ci è addosso come punti in classifica”. Luca Chiappino avverte i suoi ragazzi in vista della sfida di domenica prossima all’ “Italia”.

“L’obiettivo è sempre lo stesso: fare la nostra gara cercando di mettere in pratica quelle che sono le cose fatte in allenamento”. Il tecnico ligure traccia la strada. Il match con i teatini riserva tante incognite. Avversario tosto che concede poco e che segna altrettanto poco: “Ha dei valori propri sia nella fase difensiva sia in quella offensiva, ma si differenzia dal Gavorrano – spiega il trainer rossonero.- Hanno delle buone individualità in avanti e bisognerà ridurre al minimo i pregi ed evidenziare i difetti dei nostri avversari”.

Uno dei valori che potrebbe rivelarsi determinate è l’età. Squadra giovane ed aggressiva: “Abbiamo affrontato quasi tutte le compagini che ci precedono che hanno un età media elevata – sottolinea Chiappino. – Quindi l’esperienza potrebbe essere il fattore determinate in alcune sfide”.

Un Sorrento che è tornato dalla Maremma con un punto e la consapevolezza di aver disputato una buona gara. “Arrabbiati o consapevoli? Io dico la seconda. La squadra cresce e se non ci siamo arrabbiati dopo Cosenza, non è logico farlo dopo Gavorrano”, l’allenatore dei costieri analizza bene la sfida con la squadra di Cioffi “l’aspetto tecnico-tattico è stato positivo, abbiamo sbagliato negli ultimi 16 metri”.

Un infermeria che è praticamente sgombra e l’opportunità di scegliere. “Per fortuna! – se la ride Chiappino -. Il mio compito è quello di fare delle scelte e preferisco farle in abbondanza”. “Sul ballottaggio tra i portieri, il mister conclude lapidario.
“Ballottaggio? No. Tutti sanno che il portiere di riferimento è Polizzi. Noi adesso siamo consci che possiamo ampiamente puntare anche su Miranda quando ve ne sarà l’occasione”.

Josè Astarita

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!