Gargiulo:”Sarà un Massa da battaglia”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
"Sarà un Massa da battaglia". Gargiulo lancia i suoi

“Sarà un Massa da battaglia”. Gargiulo lancia i suoi

“La Vis Ariano sarà arrabbiata, noi lo saremo di più”.
Promette battaglia mister Gargiulo alle prese con un Massa Lubrense che non vuole saperne di ingranare. Dopo l’effimero successo contro il Sant’Antonio Abate, la scoppola di Capaccio.
“Potrebbe anche essere una gara nella quale si vedrà poco calcio giocato e molto agonismo”.
Un input chiaro: serve un Massa da battaglia.
I nero azzurri attraversano il periodo più brutto della storia in Eccellenza. Una vittoria e tutte sconfitte. Bisogna rialzare la testa.
“Servirà la giusta cattiveria agonistica per avere la meglio dei nostri avversari – spiega Gargiulo -. Dovremo farne la nostra arma in più senza fare sconti agli avversari”.
Che Massa sarà?
“Di emergenza”, se la ride amaramente il tecnico costieri. Infatti, a conti fatti c’è una difesa da reinventare.
“Abbiamo i centrali out per infortunio o squalifica. Potrò contare su Ferrara, spero e confido che Aiello possa aver messo minuti nelle gambe”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!