Sorrento: Musetti ko 3 settimane, Chiappino si affida ad Improta e Chinellato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Riccardo Musetti (foto Pollio) sarà fermo ai box per almeno 3 settimane

Riccardo Musetti (foto Pollio) sarà fermo ai box per almeno 3 settimane

Ancora tempi medio lunghi per il recupero di Riccardo Musetti.
La stagione, per l’ex attaccante della Cremonese, si era aperta nel migliore dei modi. Un goal ed un’ottima prestazione contro la Vigor Lamezia.
Nel riscaldamento di Aprilia il primo crack.
Una fitta, l’intervento dei sanitari e la decisione per il cambio all’ultimo minuto. Il perno dell’attacco va in tribuna.
Inizia la prima salita al “Calvario” di Musetti. Un mese e mezzo lo stop, il recupero e la possibilità di rivedere il campo contro il Gavorranno.
Nell’allenamento del venerdì mattina, il puntero si ferma di nuovo. A fare crack questa volta è il ginocchio.
La Maremma ed il rientro in campo restano un miraggio. Musetti resta a Sorrento. Ginocchio immobilizzato ed esami svolti ad inizio settimana.
Il referto non lascia dubbi: distorsione del ginocchio sinistro con interessamento del laterale.
L’ennesima tegola per l’attaccante che era stato acquistato a gennaio del 2013 come il terminale offensivo che sarebbe servito a Bucaro per colmare la cronica lacuna dei costieri nella passata stagione.
I tempi di recupero definitivi saranno stimati solo quando l’arto sarà di nuovo libero dal tutore che lo blocca.
Per Musetti si prospetta una nuova assenza dai campi di almeno 3 settimane. Ci sarà da fare tanta fisioterapia e rinforzare la muscolatura sotto gli occhi attenti dello staff medico del Sorrento, per farsi trovare pronto prima della pausa natalizia, e ritornare a battagliare con Improta e Chinellato per la numero nove rossonera.
Sebbene lo score di Musetti in costiera parli di 4 reti in 16 gare, il suo apporto potrebbe rivelarsi determinate per il finale di stagione quando partirà la volata salvezza.
Il peso dell’attacco graverà tutto sulle spalle di Improta e Chinellato. Una rete per l’ex Melfi contro l’Arzanese, nessuna per il prodotto del settore giovanile del Milan che Chiappino ha già allenato nel Genoa e che spera di trovare in perfetta forma a stretto giro di vite.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!