Vico: lettera aperta del dg Lettieri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Vico Equense – Il direttore generale del Vico Simone Lettieri ha voluto fare alcune precisazioni dopo alcuni episodi verificatisi a margine della sfida contro la Turris vinta dai corallini con un gol di scarto. Ecco la sua lettera aperta.

“All’indomani della sfida tra il Vico Equense e la Turris apprendo, con tristezza, che è stato negato un accredito all’emittente ‘Stabiachannel.it’. Purtroppo, la richiesta non è stata sottoposta al sottoscritto e mi rendo conto che la nostra leggerezza ha causato delle problematiche alla testata giornalistica che svolge il suo lavoro sul territorio con puntualità e precisione. Tale episodio dovrà farci riflettere sulla gestione degli accrediti stampa in futuro, in quanto venerdì abbiamo evitato che si creasse un caso con i fotografi a bordo campo solo grazie alla segnalazione di un giornalista che ci “accusava” di non accettare accrediti. Così non è stato, il Vico Equense non aveva alcuna intenzione di negare l’accredito o il diritto di cronaca a chi fa dell’informazione il proprio lavoro. Pertanto, è questa l’occasione non solo per porgere le scuse alla testata giornalistica, ma anche per consentirci di invitare giornalista, operatore e tecnico che seguiranno la prossima gara interna del Vico Equense a pranzo prima della gara.

Invece, è bene ribadire che la società, al contrario di quanto riportato dal sito ‘Tuttoturris.com’, ha attivato tutte le procedure per poter invertire i settori, ma ciò non è stato possibile. Se avessimo insistito su quella linea, avremmo vietato ai tifosi della Turris l’accesso al Massaquano. La struttura non ci consente di ospitare grandi masse di tifosi, ma allo stesso tempo non accettiamo che venga scritto che siano stati trattati come bestie. Anzi, sono stati spostati nel settore dei locali su indicazione delle forze dell’ordine. Da organizzatori andavamo incontro a responsabilità che non potevamo assumerci, siamo stati frenati dalla burocrazia, ma i legali della società ci hanno sconsigliato di invertire i settori, perché se fosse accaduto qualcosa saremmo stati noi i primi responsabili. Molte volte la volontà di una società finisce dove inizia la burocrazia, ma il fatto che i sostenitori di Vico e Turris abbiano assistito insieme alla gara dimostra come sia importante, per noi, portare avanti il progetto di abbattimento delle barriere al Massaquano, che stiamo studiando per proporlo alla Lega Nazionale Dilettanti.”

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!