Autunnale vela: regata annullata…ma il vento arriva

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

vela vdlAssolutamente senza precedenti quello che capita quest’anno al circuito autunnale del Vele di Levante. Non era mai capitato prima, che tre regate consecutive venissero annullate per la mancanza di vento, anche se stavolta, i giudici di regata sono stati, forse, un tantino affrettati: ma avranno sicuramente avuto le loro ottime ragioni , tantopiù che non è nella cultura velica il contestare gli UdR.
Ieri nelle acque di Castellammare di Stabia era previsto il recupero della prima prova, il Trofeo Scoglio d’Ercole, con l’organizzazione della LNI stabiese. La partenza prevista per le 10,55, è una chimera, visto che di Eolo non si vede neanche l’ombra, tanto che il Golfo appare ammantato da una foschia londinese. Passa il tempo e continua la calma piatta. Verso le 12,30, la nuvolaglia bretone incomincia a diradarsi, segno che l’aria incomincia ad animarsi. Alle 12,45, inequivocabili chiazze di vento increspano il mare, ma il vento non è ancora stabile, per cui non è  possibile piazzare le boe del bastone. Alle 13 in punto i giudici di regata decretano il nulla di fatto, un momento dopo da ponente giungevano, beffardi, 5 – 7 nodi , costanti in intensità e direzione. Le circa 40 imbarcazioni ritornano verso i porti di armamento, organizzando estemporanee regate di circolo….

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!