Guarracino: “Ottimo secondo tempo, chi è entrato ha fatto benissimo”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Guarracino_derbySant’Agnello – E’ raggiante Antonio Guarracino dopo la bella vittoria esterna ai danni della Calpazio, che rende giustizia alla sconfitta di misura con l’Angri e conferma la bontà di una squadra e di un progetto che continuano a crescere. Una partita che è cambiata nella seconda frazione, a dir poco perfettamente giocata dalla banda del tecnico che commenta: «Dal 10′ del secondo tempo ho cambiato qualcosa e chi è entrato ha fatto molto bene, abbiamo concesso qualcosa sulle palle lunghe e un po’ di profondità agli avversari e siamo caduti come polli nella loro trappola. Loro hanno fatto un tiro e hanno segnato, sono una squadra rocciosa e costruiscono in casa la salvezza. Poi ho arretrato Scippa da centrale difensivo e ho rischiato mettendo in mezzo due punte. E’ entrato Macarone ed ha fatto benissimo, Beato forse ancora meglio, chi è entrato ha fatto la differenza. E’ una grande soddisfazione veder giocare così ragazzi che sono con noi da cinque anni e che sono cresciuti nelle nostre giovanili».
A quel punto, il Sant’Agnello ha cominciato a macinare gioco e ha schiacciare gli avversari: «Abbiamo avuto subito due occasioni con Arcobelli – continua Guarracino – poi c’è stato un grande colpo dalla distanza di Della Femina, loro sono andati in confusione, l’inerzia ha favorito noi e negli ultimi dieci minuti non ne avevano più e noi abbiamo affondato il colpo per vincere la partita». Una vittoria che è frutto di un lavoro intenso e di ragionate modifiche in campo quindi, ma soprattutto della straordinaria tenuta mentale e fisica della squadra: Ho avuto tante conferme, abbiamo avuto una buona tenuta come nelle scorse gare: a Palma abbiamo fatto un ottimo secondo tempo, con l’Angri siamo rimasti sempre in partita con ottime occasioni per pareggiare e giocando con gran ritmo, con la Calpazio ho visto tutte queste cose positive. Stiamo bene anche se alcuni devono ancora entrare in forma, giochiamo accorti e con la testa».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!