Gargiulo:”Massa non devi mai mollare”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Suona la carica mister Gargiulo:"Massa mai mollare"

Suona la carica mister Gargiulo:”Massa mai mollare”

Il Massa finalmente può sorridere.
Una rete di Cantilena in pieno recupero fa rifiatare la truppa di mister Gargiulo.
“Avessimo pareggiato non avrei potuto di nulla ai ragazzi per quello che hanno fatto in campo”.
Un Massa prodigo che ha sbagliato tanto in fase di finalizzazione e poi gioito al novantatreesimo.
“Non vincerla sarebbe stato sanguinoso, per fortuna è andata bene”.
Un campionato che i nero azzurri hanno iniziato in salita e che si presenta difficile se non improbo.
“Il futuro non è roseo, ma aver messo alle spalle scogli come quello della Mariglianese e della Virtus Scafatese è importante passo in avanti – conferma Gargiulo -. Il campionato presto si spaccherà in due e dovremo lottare ogni gara con la bava alla bocca per portare a casa punti”.
Cinque sconfitte ed una vittoria, cosa cambia in casa Massa adesso?
“Nulla. Ripeto si può incappare in un periodo nero e non si ci deve demoralizzare, ma neppure esaltarsi per tre vittorie di fila. Nella parte bassa della graduatoria è tutto molto equilibrato. Mai mollare”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!