Sorrento – Arzanese, parla Chiappino: “Sono soddisfatto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Luca Chiappino“Sono estremamente soddisfatto del lavoro fatto dalla squadra” così esordisce mister Chiappino in conferenza stampa, dopo la vittoria contro l’Arzanese, cenerentola del girone.

Il Sorrento è riuscito a trovare subito il gol del vantaggio con Improta e nel secondo tempo ha chiuso i giochi con Canotto, se pur con un po’ di ritardo. “E’ stato l’approccio alla gara a fare la differenza – commenta il tecnico – non dovevamo assolutamente sottovalutare l’avversario. Siamo stati aggressivi fin dal primo momento, questo ho chiesto ai miei ragazzi , era importante cercare di mantenere alta l’intensità di gioco anche a costo di sbagliare qualcosa”.

Tanti errori, ma i rossoneri hanno concesso davvero poco agli avversari, la voglia di vincere è stata più forte di tutto il resto. Il gruppo sta crescendo notevolmente nonostante non sia stato facile per lo staff tecnico assemblare una squadra completamente nuova: si punta principalmente sul lavoro d’insieme, lo dimostra il fatto che sono andati a rete diversi elementi. “E’ il nostro modo di giocare a calcio – conferma Chiappino –  tutti devono sentirsi utili, pronti e disponibili ad aiutare i compagni”. Il tecnico pone anche l’accento sull’importanza della sana competizione che deve caratterizzare il lavoro di squadra: “Nessuno deve sentirsi il pane in tasca, sarò io a scegliere di volta in volta chi schierare in campo in base alle esigenze e alla condizione fisica”.

Domenica prossima ci sarà la sfida in casa del Gavorrano : “Sarà una partita delicatissima contro un avversario particolarmente ostico, dobbiamo cercare di portare quanto più ci è possibile. Poi ci saranno due partite consecutive in casa, occasioni da sfruttare al massimo: abbiamo tutti bisogno di punti, il campionato è lungo e tutto può cambiare da un momento all’altro”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!