Sorrento – Arzanese, parla Improta: “Contento per la vittoria, ma possiamo fare ancora meglio”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Giancarlo Improta

Giancarlo Improta

Nonostante sia approdato in rossonero soltanto a campionato iniziato e con alle spalle solo il ritiro con l’Equipe Campania, dall’esordio in maglia rossonera contro il Cosenza, Giancarlo Improta migliora a vista d’occhio. Si è fatto notare ad Ischia e anche oggi nella gara contro l’Arzanese è andata più che bene con un gol al secondo minuto che ha subito indirizzato i rossoneri verso la strada giusta.

Ma chi è Giancarlo Improta? “Non sono uno di quegli attaccanti che stanno fermi e aspettano palla, mi piace dare una mano all’intera squadra, poi se arriva il gol tanto meglio, sono più contento. Oggi è andata bene, fa sempre piacere segnare, ma quel che conta prima di tutto è il risultato del gruppo”.

Il match contro l’Arzanese aveva un sapore particolare per il centravanti napoletano: dall’altra parte infatti, c’era il fratello Umberto: “Prima aveva sempre avuto la meglio – commenta il classe ’87 –  però sono due anni che l’ago della bilancia si è spostato ed ora va meglio a me. Dispiace per il brutto momento che stanno attraversando, ma per loro non doveva essere questa la partita da vincere”.

E’ contento Improta, si sente parte di un gruppo compatto. E’ forse questa la vera forza del Sorrento: “ E’ tutto merito dell’allenatore e dei suoi collaboratori se siamo riusciti a creare un ambiente sereno. Si è formato un bellissimo rapporto tra tutti i componenti della squadra: sono felice di andare al campo, rido e scherzo con tutti e questa è la cosa fondamentale. Faremo sicuramente meglio nelle prossime partite. In particolare il mio obiettivo è quello di superare il record personale di reti”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!