Orgoglio Massa, vittoria nel finale con il Sant’Antonio Abate

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Prima gioia per mister Gargiulo, il Massa supera di misura il Sant'Antonio Abate

Prima gioia per mister Gargiulo, il Massa supera di misura il Sant’Antonio Abate

Massa Lubrense – Il Massa riscatta le cinque sconfitte consecutive e trova con orgoglio la prima vittoria e i primi punti in campionato. Gargiulo fa esordire Aiello e mischia un po’ le carte, rispetto alla gara sfortunata contro la Mariglianese, contro un Sant’Antonio già affrontato due volte in coppa, con due pareggi non utili nell’economia della competizione. Nei primi minuti gioco gagliardo degli uomini di Gargiulo. All’11’ la prima occasione con un’ottima conclusione di sinistro, al volo, di De Luca su azione d’angolo dalla sinistra. Sul corner conseguente, palo esterno di Volpe direttamente dalla bandierina.  Il Massa accelera. Un altro paio di occasioni di marca nerazzurra, firmate Cacace e Apuzzo, quest’ultima dopo una splendida azione corale sulla fascia destra, fino al 38’, quando il Sant’Antonio legittima la sua presenza in campo con un contropiede firmato Pelagione; l’attaccante si fa parare la conclusione da un reattivo Fiorentino che fa scudo con il corpo in uscita. L’arbitro Campitiello vede però un tocco fuori area del portiere massese e lo ammonisce dopo alcuni secondi di indecisione sulla scelta da operare.  Nel finale, dopo qualche minuto di gioco nei trenta metri del Massa, Aiello in contropiede ha la palla buona ma affretta troppo il tiro che finisce a lato. Le prime emozioni del secondo tempo sono ancora di colore nerazzurro. Prima un bel tiro di Cacace finisce a lato, poi una punizione di Cappiello sulla quale Balestrieri compie un miracolo. Due minuti dopo un’altra parabola di Cappiello pesca in area Siniscalchi che riesce solo a sfiorare con la punta del destro, con la palla che finisce di pochissimo a lato. Solo Massa in campo. Aiello al 40′ col sinistro si fa parare il tiro da un insuperabile Balestrieri, poi il neo entrato Chierchia sguscia in area e viene steso, ma l’arbitro lo ammonisce tra le proteste del Cerullo. Nei minuti finali il Massa prova ancora il colpo del ko che arriva con Cantilena nel secondo minuto di recupero con un furbo tap in che sgretola la resistenza giallorossa dopo una gara a senso unico, direzione Massa. Una vittoria d’oro e primi punti per gli uomini di Gargiulo che finalmente possono sorridere dopo tante difficoltà.

Massa Lubrense – Sant’Antonio Abate 1-0
MASSA LUBRENSE: Fiorentino, Cantilena, Apreda, Cappiello, De Luca, Siniscalchi, Volpe (dal 31’ st Chierchia), Vinaccia, Apuzzo (dal 48’ st Gargiulo R.), Cacace, Aiello (dal 48’ st Cestaro). All.: Gargiulo. A disp.: Iaccarino, Gargiulo V., Buonocore, D’Auria.
SANT’ANTONIO ABATE: Balestrieri, Veneziano, Donnarumma, Mosca, Galasso, Buonocore, Nastro, Comegna, Imparato (dal 31’ st Abagnale), Pelagione, Pucci (Dal 24’ pt Russo). All.: Gargiulo. A disp.: Battimelli, Esposito, Staiano, Di Ruocco, Navas.
MARCATORI: Cantilena (M) al 48’ st.
ARBITRO: Campitiello (Nocera Inferione)
NOTE: Spettatori 200 circa. Ammoniti De Luca, Fiorentino, Aiello, Chierchia (M), Galasso, Imparato, Veneziano (SA). Angoli 5-1. Recuperi 2’- 3’.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!