Massa – Sant’Antonio Abate, il film della gara

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massa Lubrense – Il Massa, arrivato ormai alla quinta sconfitta consecutiva, deve riemergere dal fondo della classifica e cancellare lo zero alla voce punti. Il Sant’Antonio Abate, dopo due pareggi contro i nerazzurri in Coppa, non fa paura, ma c’è da soffrire. Le formazioni ufficiali:

MASSA LUBRENSE: Fiorentino, Cantilena, Apreda, Cappiello, De Luca, Siniscalchi, Volpe, Vinaccia,Apuzzo, Cacace, Aiello. All.: Gargiulo. A disp.: Iaccarino, Gargiulo R. Gargiulo V. Cestaro, Buonocore, D’Auria, Chierchia.
SANT’ANTONIO ABATE: Balestrieri, Veneziano, Donnarumma, Mosca, Galasso, Buonocore, Nastro, Comegna, Imparato, Pelagione, Pucci. All.: GArgiulo. A disp.: Battimelli, Abagnale, Russo, Esposito, Staiano, Di Ruocco, Navas.

Primo tempo

Massa subito in palla. La squadra sembra voler fare risultato a tutti i costi e gioca a ritmi alti.

Ammoniti De Luca (M) e Galasso (SA) per reciproche scorrettezze in area.

11′: Su azione d’angolo Siniscalchi calcia al volo di destro. Tiro bellissimo, para Balestrieri.

12′: Sull’angolo conseguente, Volpe coglie il palo esterno.

16′: Ancora un’occasione per Apuzzo che si fa parare il destro dopo una discesa sulla fascia dritta.

17′: gol annullato a Volpe per fuorigioco.

18′: si gioca in un solo campo, ancora impegnato Balestrieri. Principio di gara gagliardo per il Massa.

24′: gli ospiti perdono Pucci per inortunio muscolare, al suo posto Russo.

29′: ancora Massa. Ci prova Cacace che si accentra dalla destra e prova il sinistro, ribattuto.

35′: Massa spettacolo sulla fascia destra. Sovrapposizione di Cantilena servito poi da Aiello, palla in mezzo per Apuzzo che trova l’impatto con la sfera ma anche la lesta chiusura del difensore.

38′: Sant’Antonio per la prima volta pericoloso con un contropiede firmato Pelagione. Grande parata di Fiorentino che si oppone  col corpo all’attaccante solo davanti a lui.

40′: show dell’arbitro che vede un tocco fuori area di Fiorentino sull’azione precedente ma, visibilmente indeciso, decide per l’ammonizione del portiere Massese.

47′: clamorosa occasione per Pasquale Aiello, alla prima da titolare, che affretta il tiro in contropiede e manda la sfera a lato di pochissimo.

Termina il primo tempo, ancora 0-0 al Cerulli ma il Massa ha dimostrato gioco e voglia.

Secondo Tempo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

6′: lancio lungo per Cacace, solo in area, che però non trova l’impatto con il pallone.

7′: ancora Massa con una bella azione di Cantilena, a destra. Cross per Aiello che tocca per Volpe, il quale serve Cacace che controlla e tira fuori di poco con il sinistro.

Ammonito Aiello (M) per proteste.

10′: Punizione dal limite per il Massa: Cappiello dalla sua mattonella trova una parabola alla Corso, ma Balestrieri fa il miracolo.

14′: ancora una parabola interessante di Cappiello, palla al centro che Siniscalchi sfiora soltanto.

Ammonito il difensore ospite Veneziano per fallaccio su Volpe, da qualche minuto bersaglio preferito degli avversari.

Ammonito Imparato (SA)

27′: ancora un’occasione per il Massa: Volpe serve Aiello che di sinistro impegna Balestrieri, che sembra insuperabile.

28′: Cacace sulla sinistra crossa per Apuzzo che calcia di sinistro ma viene murato. Sull’angolo conseguente ancora Apuzzo di testa, ma la palla finisce alta.

31′: Il Sant’Antonio sostituisce Imparato con Abagnale, Gargiulo toglie via Volpe, uno dei migliori tra i nerazzurri, per gettare nella mischia Chierchia.

39′: cross di Vinaccia dalla destra, Apuzzo stacca da solo in area e colpisce di testa mandando di poco alta la palla. Solo Massa in campo.

42′: Chierchia sguscia in area e viene sgambettato, l’arbitro lo ammonisce per simulazione.

43′: Pelagione ricorda a tutti con un tiro velleitario che in campo c’è sempre anche il Sant’Antonio.

44′: tiro cross di Cantilena che diventa pericoloso ma finisce alto.

L’arbitro dà solo tre minuti di recupero, forse non ne sarebbe bastato il doppio.

GOL MASSA 46′: Cantilena approfitta della confusione in area e raccoglie la palma di migliore in campo segnando in tap in il gol del liberatorio vantaggio massese. Esplode il Cerulli, è un gol importantissimo.

Il Massa sostituisce Apuzzo e Aiello con GArgiulo R. e Cestaro, ma non c’è più tempo, l’arbitro fischia la fine, per il Massa tre punti carichi di gioia!

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!