Sorrento, il “regalo” del Taranto va sfruttato scegliendo un ds

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il Sorrento non ha ancora sostituito il partente Marcello Pitino

Il Sorrento non ha ancora sostituito il partente Marcello Pitino

Il Taranto ha fatto un vero e proprio regalo al Sorrento calcio: scegliendo Aldo Papagni come sostituto di Enzo Maiuri, la società ionica ha, di fatto, alleggerito il monte ingaggi rossonero.

Il tecnico di Bisceglie, infatti, additato dai tifosi costieri come maggiore responsabile della retrocessione dello scorso anno, era ancora sul libro paga dei presidenti Ronzi e Durante in virtù del contratto con scadenza giugno 2014 firmato lo scorso 24 gennaio, quando sostituì l’esonerato Giovanni Bucaro. La rescissione consensuale firmata nella serata di mercoledì libera, quindi, il Sorrento di un fardello di circa 40mila euro: lo stipendio percepito da Papagni nella sua avventura rossonera e nei primi due mesi di questa nuova stagione si aggirava, infatti, sui 5mila euro mensili.

Adesso, però, questo piccolo tesoretto risparmiato dalla dirigenza costiera non deve assolutamente essere messo in un angolo. Ma va, fermo restando l’oculatezza della spesa che contraddistingue (e deve continuare a farlo) l’operato amministrativo della società, tutto o in parte, investito sul mercato.

A partire, come ai più sembra opportuno, dalla scelta di un nuovo direttore sportivo. Dall’addio di Marcello Pitino, infatti, sono passati quasi due mesi e, da allora, di un nuovo uomo mercato non si è più parlato. L’incarico ad interim autoconferitosi dall’amministratore unico Francesco D’Angelo e dal direttore generale Diodato Scala, cozza palesemente con i ruoli, già importanti, che i due da tempo ricoprono: l’anima amministrativa e quella tecnica di una società va, quindi, giocoforza separata. Pena carenze sia nell’una che nell’altra.

Una figura che si occupi solamente del mercato e, soprattutto, funga da spalla forte per l’allenatore (che, va ricordato, ancora non ha un secondo nonostante può far capo al team manager, Giuseppe Prete) è fondamentale: tra le società professionistiche italiane, infatti, il Sorrento è forse l’unica a non avvalersi di una così importante figura dirigenziale. Un vero ds, poi, potrebbe colmare l’evidente lacuna legata al difensore centrale: nelle ultime settimane di stopper in prova ne sono passati parecchi. Ma tutti, chi per un motivo chi per un altro (a proposito, Salvatore Monaco si è accasato all’Arzanese, prossima avversaria dei rossoneri) sono stati rispediti alla base.

Un uomo mercato che, finalmente, sostituisca Marcello Pitino, invece, potrebbe portare idee nuove e proporre piste alternative sul mercato degli svincolati che il duo D’Angelo-Scala non è arrivato a battere. O, almeno, cominciare a programmare già da ora le mosse per la prossima finestra di contrattazioni di gennaio: alla riapertura delle liste, infatti, visto il format di quest’anno del campionato (recuperare punti nel girone di ritorno sarà molto più difficile che nel passato), il Sorrento non può farsi trovare impreparato e agire, come troppo spesso successo nelle ultime sessioni di mercato, solamente nelle ore finali, con tutti i rischi che quest’agire comporta.

Dati questi presupposti, quindi, non ci sono dubbi. Il regalo del Taranto va sfruttato. E, possibilmente, anche in fretta.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!