Sorrento, Maiorino: “Il pari di Ischia ci ha dato convinzione. Ma adesso bisogna vincere”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Pasquale Maiorino (foto Penna)

Pasquale Maiorino (foto Penna)

“Adesso dobbiamo vincere”. Pasquale Maiorino mette in un angolo Casertana ed Ischia e pensa già a quello che sarà il prossimo impegno interno contro l’Arzanese: “Beh, dopo la prima azione, dove è stato bravo Miranda, l’Ischia ha preso coraggio e noi siamo andati in paura non riuscendo più a giocare come sappiamo”.

Questa l’analisi del furetto pugliese, giunto in estate come un vero e proprio colpo di mercato dell’ex direttore sportivo, Marcello Pitino: “Io ed il Sorrento è stato un matrimonio che si doveva fare – se la ride Maiorino. – I rossoneri mi avevano cercato in passato e hanno fatto l’offerta più seria in estate. Io, dopo aver considerato il momento, ho dato il mio assenso immediatamente”. E’ stato l’autore del gesto più bello che un compagno possa ricevere: un abbraccio nel momento del bisogno. “Siamo un grande gruppo, consapevole che solo remando tutti dalla stessa parte potremo conquistare la salvezza”.

Dopo Ischia, Chiappino ha parlato di scorie mentali che hanno messo a dura prova i suoi uomini. Il rammarico. Questo è quello che tormenta il Sorrento ed i suoi uomini. “Ci pesa un po’ aver giocato bene e non aver ottenuto i punti che abbiamo meritato sul campo – evidenzia Maiorino. – Adesso dopo il pareggio maturato così, contro una delle squadre più forti del campionato, può solo crescere la convinzione. Si, perché alla fine per come è andato il primo tempo loro avrebbero meritato di vincere”.

Rossoneri che vanno in bianco non appena si è fermato Maiorino. “E’ un caso. Poi contro due squadre forti come quelle che abbiamo affrontato non è stato semplice”, mastica amaro il talentuoso esterno costiero, ma “ho solo il rimorso di aver sbagliato il colpo di testa contro la Casertana”.

La parola passa al campo. Maiorino non avrà Catania come spalla. Canotto e Soudant in lizza per un posto nell’undici titolare con Chinellato e Improta. “Beh, chi giocherà sarà il benvenuto. Io mi trovo bene con tutti – conclude il capocannoniere della squadra. Spero di poter consentire agli attaccanti di fare goal anche perché loro vivono per questo”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!