Real Vico la parola a Di Maio: “Sofferto sul piano fisico”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

“Abbiamo sofferto per l’intera partita a livello fisico”.
A parlare è il mister dei costieri Di Maio.
Vico brutto, abulico a cui l’alta classifica ha fiaccato le gambe e messo a nudo le pecche di una squadra che ha le individualità per tenere botta contro tutti, ma che sotto l’aspetto fisico paga il ritardo di preparazione.
“Non è possibile avere determinati cali in corso di gara – sbotta il trainer azzurro oro -. Siamo stati lì a rincorrerli per tuta la gara ed eravamo anche riusciti a raddrizzarla poi…”.
Il tecnico non riesce proprio a digerire come sia maturata il ko interno contro la Mariano Keller.
“Una nostra disattenzione ci ha fatto commettere un fallo sciocco al limite come quello da cui è nata la punizione – tuona Di Maio -. È in gare come queste che serve maggiore attenzione quando sei in difficoltà”.
Recrimina con i suoi e non con il direttore di gara l’allenatore costiero. Il pirotecnico 3-2 per gli ospiti è frutto delle tante troppe disattenzioni e degli episodi che hanno caratterizzato una partita ricca di reti.
“Sono gli episodi che fanno il bello e il cattivo tempo nel calcio – spiega Di Maio -. Non mi abbatto per il risultato, ma per la prestazione. Abbiamo perso ma senza credere con convinzione nel successo. Serviva maggiore determinazione”.
Era un Vico incerottato. Zaminga e Corsale non sono potuti scendere in campo per problemi fisici, in cabina di regina si è presentato Coppola.
“Dei singoli non parlo e non mi appello neppure alle assenze – sottolinea il tecnico -. Coppola non ha fatto rimpiangere gli assenti”.
Allora quale sarà la ricetta del Real Vico per il  futuro.
“Sono sempre consapevole che qualcosa paghiamo a livello fisico. Adesso dobbiamo metterci sotto e lavorare duro”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!