Massa, buio pesto. La Mariglianese ne serve quattro.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Brusciano (NA) – Serviva una reazione alla sconfitta di domenica scorsa per gli uomini di Luigi Gargiulo, provenienti da quattro sconfitte consecutive ma così non è stato: contro la Mariglianese è arrivata una sconfitta largamente meritata.
La Mariglianese, priva dei titolarissimi Esposito ed Izzo, entrambi in infermeria, sin dai primi minuti ha tenuto il comando della gara. Gli ospiti di Massa Lubrense, ancora con valore nullo nel computo dei punti, si affidano all’orgoglio per portare via un risultato positivo. Già al 5′ i padroni di casa con Coppola prendono le misure con la porta ospite ed al 7′ il centravanti Pastore sfrutta una disattenzione della difesa e trafigge con un diagonale secco il portiere ospite. La reazione dei nerazzurri si misura con qualche tentativo ben controllato da Di Costanzo ma nulla più.
Nella ripresa è ancora la Mariglianese a tenere le redini del gioco; il raddoppio arriva al 62′ ancora con Pastore: punizione a due in area e il centravanti insacca. Al 73′ sempre Pastore corona con una tripletta una prestazione superlativa. Falco dalla sinistra per la testa dell’attaccante che in tuffo trafigge Fiorentino. All’ 85′ la rete della bandiera ospite che non placa l’amarezza per una sconfitta pesante che complica ancora di più il cammino degli uomini di Gargiulo: Apuzzo raccoglie una respinta dal limite ed indovina l?angolo giusto. Al 93′ Rapicano, da poco entrato, chiude i conti. Scambio veloce sulla tre quarti avversaria, l’attaccante si porta al limite e con un tiro secco indovina l’angolo giusto.

Mariglianese – Massa Lubrense 4-1
MAriglianese: Di Costanzo, Boccia, Corcione, Andres, Curcio, Volpicelli, Coppola (18’st Chianese), La Montagna (25′ st Rapicano),  Pastore,  Falco, De Simone (35’st Pulente). All. Papa.
Massa Lubrense: Fiorentino, Cantilena, Apreda, Gargiulo (10’st Aiello), De Luca, Siniscalchi, Cestaro (20′ st Cappiello), Vinaccia, Apuzzo, Cacace, Volpe. All. Gargiulo.
Arbitro: Gargiulo di Nola 6.
Marcatori: 5′ pt, 17′ st e 28′ st Pastore (MAR), 40′ st Apuzzo (MAS), 47′ st Rapicano (MAR).
Note: Ammoniti Andres, De Simone (MAR);  Fiorentino, Gargiulo e Volpe (MAS).

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!