Sant’Agnello, le parole di Sessa: “Speriamo di continuare così”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Alfonso Sessa spera in un risultato positivo domenica contro l'Angri per il suo Sant'Agnello

Alfonso Sessa spera in un risultato positivo domenica contro l’Angri per il suo Sant’Agnello

Sant’Agnello – A due giorni dalla sfida contro l’Angri i biancoblu di mister Guarracino volano sulle ali dell’entusiasmo dopo un ottimo avvio di campionato caratterizzato, tra l’altro, dalla vittoria contro il Massa e da un ottimo pareggio con la Palmese nell’ultimo turno. Alfonso Sessa racconta il momento della sua squadra prima della sfida di domenica mattina che si giocherà allo Stadio Italia. «Per ora andiamo avanti così, continuiamo ad allenarci bene e quel che verrà ce lo prenderemo», commenta il difensore, cercato in estate da molte formazioni di categoria superiore ma che è rimasto per diventare uno dei punti di riferimento del team del presidente Negri. Il lavoro iniziato nella scorsa stagione sta portando i suoi frutti, grazie anche all’innesto mirato di qualche giocatore importante: «L’anno scorso abbiamo concluso bene il campionato, quest’anno con i nuovi acquisti siamo migliorati, ci stanno dando una grande mano e speriamo che continuino ancora ad alzare il livello di questa squadra». Prossima avversaria l’Angri che, partito per fare un campionato di vertice, ha già cambiato tre volte la guida tecnica e si trova in difficoltà. Sessa, come il suo allenatore, però non si fida: «Si. l’Angri è in difficoltà ma è una delle squadre partite per vincere il campionato. Noi però non li temiamo e facendo la nostra partita cercheremo di fare ancora risultato». Un risultato che istituirebbe una striscia positiva per i biancoblu che però non perdono di vista, come si evince dalle parole del perno della retroguardia santanellese, l’obiettivo principale. «Il nostro obiettivo è sempre la salvezza, non sappiamo cosa verrà poi. Cerchiamo di arrivare a una salvezza sicura, siamo una squadra giovane e vediamo quel che succederà».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!