Massa Lubrense, Vinaccia:”Cuore e grinta con la Mariglianese”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La ricetta di Rino Vinaccia:"Cuore e grinta"

La ricetta di Rino Vinaccia:”Cuore e grinta”

“Ho una voglia di giocare esagerata e darò tutto me stesso per far si che il Massa possa fare punti”.
Testo scritto e firmato da Rino Vinaccia.
Il figliol prodigo tornato in nero azzurro dopo l’avventura di Positano rientrerà nella sfida contro la Mariglianese.
“Posso solo dire che inizia il mio campionato”.
Dopo l’espulsione rimediata alla prima contro la Virtus Scafatese, tre turni ai box. La voglia che cresce i suoi compagni che non riescono a far punti e la classifica che diventa difficile.
“Servirà la grinta giusta, quella messa in campo forse in due gare. All’esordio e contro la Sarnese. Sappiamo che la sfida è difficile, ma andremo in campo per far punti”.
Parola d’ordine muovere la graduatoria. Un solo goal fatto e il peso specifico di una difesa che è passata dall’essere la meno battuta ad una colabrodo.
“In Coppa  ho già segnato potrei anche ripetermi – conclude il centrocampista -. La ricetta? Cuore e grinta. Vittoria o pari non farà differenza. Serve una svolta”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!