Sant’Agnello, Guarracino: “Un pizzico di rammarico, ma sono soddisfatto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – Un altro risultato positivo per il Sant’Agnello che ieri ha pareggiato contro la Palmese in trasferta giocando un’ottima gara. Il tecnico Antonio Guarracino non nasconde un pizzico d’amarezza per quello che poteva essere e non è stato, seppur contro una formazione blasonata e quotata: «Se prima della gara saremmo stati contenti in caso di pari, ora c’è un po’ di rammarico, per lunghi tratti abbiamo fatto una partita importante, almeno per mezz’ora nel primo tempo e fino al 30′ nel secondo. Potevamo andare in vantaggio subito e poi tornarci una volta pareggiato». L’analisi del primo gol è sintomatica dell’approccio del Sant’Agnello a questo campionato d’Eccellenza, di cui la sua squadra è una delle squadre più solide al momento: «Ci hanno fatto gol alla prima occasione utile in contropiede, proprio a noi che curiamo molto la fase difensiva. Siamo andati in attacco in otto e sentivamo di poter segnare da un momento all’altro, poi da un cross mancato è partito il contropiede avversario e non siamo riusciti a chiudere. Abbiamo pagato troppa generosità, abbiamo messo i presupposti per segnare ma abbiamo offeso oltre misura».
La sensazione, comunque, è che i biancoblu possano ancora crescere; alcuni giocatori importanti stanno trovando la forma migliore, ma ancora non hanno reso al massimo delle loro possibilità: «La prestazione è stata buona, ma a noi serve Serrapica al 100%, ci servono Della Femina, Palladino e Arcobelli al massimo. Sono contento ma i nostri giocatori che possono risultare decisivi sono tutti al 50%. Io onestamente non mi accontento, si può crescere, non voglio appiattirmi e so che c’è margine di miglioramento». Un miglioramento visibile facendo riferimento alla stagione precedente, dalla quale è partito un gran lavoro orchestrato da Guarracino che ha una visione : «Il gruppo sta inserendo benissimo i nuovi, li abbiamo scelti accuratamente. L’anno scorso siamo caduti molte volte ma ci siamo sempre rialzati senza abbatterci, reagendo senza prestare il fianco, il campionato si  spezzò in due tronconi come avevo predetto. Quest’anno ogni partita è a sè, è un campionato a parte, non ci sono schiacciasassi ma squadre migliori di altre e la lotta alla salvezza comprende molte squadre , potrebbero bastare meno punti per raggiungere l’obiettivo. Sarà un torneo più avvincente, la differenza la farà la continuità».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!