II Divisione B – 6 giornata: “Il punto dell’esperto” Marcello Pitino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'ex direttore sportivo del Sorrento, Marcello Pitino

L’ex direttore sportivo del Sorrento, Marcello Pitino

“Il punto dell’esperto”, la rubrica di SportInPenisola che, settimanalmente, fornisce pareri e considerazioni, sul girone B della Seconda Divisione, dei maggiori addetti ai lavori del panorama locale e nazionale, si arricchisce dell’analisi di Marcello Pitino, ex direttore sportivo di Paganese, Nocerina e Sorrento ed attuale responsabile del settore giovanile del Catania.

Direttore, come giudica l’avvio di stagione del “suo” Sorrento?

Sicuramente buono sotto il profilo della costruzione della manovra, anche se i risultati non stanno gratificando quello che effettivamente la squadra ha espresso in campo. Ma, continuando ad esprimere questo gioco e rimanendo determinati e concentrati, credo che i rossoneri non avranno alcun problema a conservare la categoria perché hanno ampi margini di crescita.

Nella conferenza stampa di presentazione sua e di mister Chiappino disse che il vero Sorrento si sarebbe visto non prima di un paio di mesi dall’inizio del campionato. E’ ancora sicuro di questo previsione?

No, perché, almeno in parte, i valori, molto importanti, di questa squadra sono già venuti fuori. Già dalla gara con la Vigor Lamezia, la prima ed ultima a cui ho assistito,  in termini di gioco, nonostante la precaria condizione fisica, qualcosa si era intravisto ed, infatti, maturò una sconfitta immeritata. Successivamente, ad Aprilia e, soprattutto, a Cosenza, il Sorrento ha mostrato di avere delle potenzialità importanti, amplificandole nelle due vittorie consecutive contro Poggibonsi e Aversa Normanna. La sconfitta di ieri non è ridimensionante, perché la Casertana ha un organico importante e, nonostante ciò, mi hanno detto che il Sorrento non ha assolutamente demeritato.

Tra i tanti calciatori che nella scorsa sessione di mercato ha portato agli ordini di mister Chiappino, quale l’ha favorevolmente impressionato in termini di rendimento. E quale, invece, ancora deve esprimere tutto il suo vero potenziale?

D’accordo con l’allenatore ho cercato di costruire un gruppo ben coeso nel raggiungimento dell’obiettivo comune. Al suo interno ci sono tanti elementi che hanno un ottimo potenziale sia nell’immediato che nel futuro. Per questo e perché siamo ancora alle prime battute del campionato, non me la sento di dare un nome in particolare. Posso solo auspicare che, chi prima e chi dopo, tutti possano dimostrare tutto il loro valore anteponendo sempre, però, l’interesse della squadra a quello personale.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Dopo il suo addio, la società non l’ha ancora sostituita. Chi, tra i suoi colleghi, si sente di consigliare alla dirigenza costiera?

Non voglio consigliare nessuno perché non è mio solito entrare in questioni che sono prettamente societarie: non conosco quale sia, nell’immediato futuro, il progetto della società, che deve scegliere in totale autonomia.

Lei prima ha menzionato la Casertana: la squadra di Ugolotti dopo la vittoria allo stadio “Italia” si è affacciata per la prima volta nella zona “promozione”. Si aspettava un inizio così stentato dei rossoblu?

No, non me lo sarei mai aspettato, ma il calcio è bello proprio perché non si può sapere prima quello che succederà dopo. Vedere la Casertana con gli stessi punti del Sorrento dopo la campagna acquisti faraonica di questa estate, quindi, mi sorprende. Alla fine, però, credo che la classifica rispecchierà i valori di questa squadra, il cui presidente ha tanto investito. Anche se le partite vengono sempre decise dagli episodi…

La notizia di giornata è l’esonero di Giovanni Ferraro dalla panchina dell’Arzanse che segue le dimissioni rassegnate ieri dal direttore sportivo, Cavaliere. Tutta loro la colpa dell’ultimo posto della squadra napoletana?

Non lo so, non guardo in casa altrui e non posso dare giudizi perché non conosco bene la situazione. Voglio solo tornare a sottolineare che nel calcio i risultati sono decisi al 90% dagli episodi.

Chiudiamo con un pronostico: quali saranno, secondo lei, le nove squadre che a fine stagione festeggeranno l’ingresso nella nuova Lega Pro?

Non riesco proprio a fare alcuna previsione, è troppo presto per dare valutazioni definitive perché ancora si devono delineare i veri valori. L’unica che mi sento di dire è che questo campionato è molto equilibrato, la forbice è stretta e nessuna squadra ha ancora fatto il vuoto dietro di sé. Poi, ad avvalorare questa tesi, basta osservare come squadre del calibro di Ischia, Foggia e Messina, partite con ben altri propositi, stiano soffrendo, mentre altre, meno accreditate alla vigilia, come Melfi, Chieti e Vigor Lamezia, stiano ottenendo ottimi risultati. Comunque, prevedo che alla fine le squadre accreditate alla vigilia come favorite riusciranno a centrare l’obiettivo della promozione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!