Autunnale VdL: calma di vento sulla flotta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Hobie 20 "Ad Maiora" (Claudio Correale - Lega navale Vico Equense)

Hobie 20 “Ad Maiora” (Claudio Correale – Lega Navale Vico Equense)

Doveva esserci “Penelope” , a portare venti e forse pioggia a catinelle. La pioggia era già arrivata nella notte, il vento, previsto “moderato”, è stato invece il grande assente di questa prima prova del campionato autunnale Vele di Levante.
Inizio delle operazioni in programma alle 10.55: a quell’ora sul campo di regata presente una brezza da Nord Ovest: i venti meridionali bloccati dal Faito, come spessissimo avviene nelle acque stabiesi. E in effetti se si sarebbe rispettato alla lettera il “bando”, probabilmente la regata si sarebbe regolarmente disputata. Al contrario si parte alle 12.30: il grosso della flotta , mura a destra , sceglie la parte sinistra del campo, pochi skipper optano per la parte destra: quest’ultima la scelta giusta, permettendo ad alcuni di staccare gli altri e ridiscendere con il primo lato di poppa. Il vento cala vistosamente, gli spinnaker faticano a gonfiarsi: i giudici di regata (Nardini, Somma, Argenzio. Coppola) decidono per una riduzione di persorso. Ma non basta: il mare oramai è una lastra , Beaufort la chiama “calma di vento”. Unica barca che riesce , quasi per magia, a muoversi,  l’inconfondibile Este 24 (splendida barca nata dalla matita di German Frers) di Michele Palumbo, ma proprio quando ormai è a poca distanza dalla linea di arrivo, scatta il fatidico ” fuori tempo massimo”. regata annullata.
La prossima prova a Torre Annunziata il 20 ottobre con  il Trofeo intitolato alla Madonna della Neve.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!