Sorrento: La Casertana fa un tiro Mancino ai costieri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Capita sul destro di Esposito (foto Penna) la più grossa palla goal dei costieri

Capita sul destro di Esposito (foto Penna) la più grossa palla goal dei costieri

Una testata di Mancino ancora al suolo l’astronave Sorrento.
In rampa di lancio, a pochi secondi dalla messa in orbita l’undici di Chiappino si trova a dover ripartire da capo.
Una partita torbida quella contro la Casertana. Squadra esperta che gioca al gatto col topo con i costieri. Pressa alto, blocca Danucci, tiene bassi due esterni di esperienza e ingolfa la mediana. In soldoni: Ugolotti le azzecca tutte.
I costieri si dannano l’anima. Tagli, verticalizzazioni, cross e lanci, ma di vedere Fumagalli non se ne parla. Quando Maiorino trova il varco giusto a dire no all’esterno pugliese è il palo.
La Casertana si disunisce, si abbassa e pone il fianco. I costieri trovano il miglior calcio di giornata e cercano le due zampate. Il piede, non raffinato, di Esposito tratta male il pallone del vantaggio, poi Maiorino di testa, non la specialità della casa, manda la sfera sul fondo.
Scampato il pericolo da buon saggio l’undici di Ugolotti si sveglia e trova il vantaggio con Mancino. Stacco di testa, palla nel sacco e Miranda battuto.
A flagellare l’Italia ci pensa anche il vento. Sfera che si contorce come un budello e trae in inganno i difensori, ritmi che cambiano, centrocampo che si addensa di uomini e gioco che stagna. In pratica il Sorrento diventa “normale”.
Si perché il gioco deciso e chiaro delle passate edizioni non c’è. Danucci è costretto spesso a lanciare e la palla non scorre via a due tocchi.
Il fattore età pesa. La Casertana senza strafare si trova in vantaggio.
Nella ripresa l’elemento cardine “M”aiorino potrebbe risvegliare i padroni di casa. Il taglio malefico impresso alla palla su punizione non distrae Fumagalli che risponde presente.
Con Danucci ko, Chiappino sceglie Margarita.
Di volontà da bravo alunno il Sorrento ce ne mette tanta, ma di entrare in testa la materia goal non vuole saperne. I falchetti amministrano, giocano semplice, cercano Baclet, ma non si rendono pericolosi.
Quando un propositivo Benci sbalza via anche Villagatti concludendo di testa alto sulla traversa, i titoli di coda iniziano a scorrere all’Italia. La muraglia cinese eretta da Ugolotti con la sapienza dei suoi interpreti più esperti irretisce i rossoneri costretti a girare al largo e trovare colate d’olio bollente su ogni pallone verticalizzato dalla difesa.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!