Sorrento – Casertana 0-1, le pagelle ai rossoneri: Benci il migliore, tridente in ombra

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Rocco Benci (foto Criscuolo)

Rocco Benci (foto Criscuolo)

Miranda 6: All’esordio tra i pali rossoneri, sostituisce l’infortunato Polizzi dimostrando, nonostante l’età, una discreta autorità nel comandare i movimenti della difesa e, soprattutto, fornendo, grazie ad interventi precisi e puntuali, tranquillità e sicurezza all’intero reparto. Sulla zuccata, forte, precisa e vincente, di Mancino non ha alcuna responsabilità.

Cavallaro 5,5: Gli tocca marcare Mancino, il calciatore più estroso e talentuoso della Casertana, e per questo, soprattutto in avvio, soffre un pizzico di sudditanza psicologica, che gli impedisce di giocare il pallone in maniera pulita e di staccarsi in proiezione offensiva a supporto di Catania.

Benci 6,5: Senza dubbio il migliore dei suoi. Contro i falchetti cancella le prestazioni orribili di inizio stagione, ingaggiando un duello, maschio ma sempre pulito, con Baclet, che alla fine il pallone lo vede col contagocce. Pericoloso anche in fase offensiva con un colpo di testa su azione d’angolo che sfiora il legno traverso, dopo l’uscita per infortunio di Danucci, s’incarica, con ottimi risultati, di far partire la manovra.

Villagatti 5,5: Troppe, inusuali, crepe in “tha wall”: lascia, infatti, troppo spazio agli avanti rossoblu come nell’occasione del gol, con Mancino che gli salta davanti il naso praticamente indisturbato.

Caldore 5,5: Si addormenta troppo spesso e in uno dei pisolini Alvino buca sul suo lato, mettendo al centro il pallone per il vantaggio casertano firmato da Mancino. Quando si desta dal sonno è però efficiente e stilisticamente perfetto in tutte le chiusure.

Esposito 5: Si divora una rete clamorosa perché ha troppa fretta di calciare quando, invece, aveva tempo e spazio per arrivare a tu per tu con Fumagalli. Se il suo scarso feeling con il gol e’ questione ormai risaputa dalle parti di via Califano, sorprende, in negativo, il suo scarso apporto in fase d’interdizione e l’imprecisione negli appoggi, anche quelli più semplici (dal 24′ s.t. Canotto 5,5: Venticinque minuti a disposizione senza farsi assolutamente notare).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Danucci 5,5: Non riesce a far girare il pallone come dovrebbe, sia per la fastidiosa presenza del vento, che nella prima frazione spira forte in faccia ai rossoneri, sia per l’altrettanto fastidiosa marcatura del “cagnaccio” Cruciani, cui l’arbitro concede un gioco rude e violento senza mai sanzionarlo. Rimane, poi, negli spogliatoi ad inizio ripresa per un fastidio muscolare. (Dal 1’s.t. Margarita 6: Nonostante non sia il suo ruolo naturale, giostra egregiamente lì nel mezzo, limitandosi ad un giro palla semplice ma preciso, garantendo muscoli e qualche centimetro in più nella lotta in mediana. Va anche vicino al gol con un sinistro dal limite dell’area che sfiora il palo alla sinistra di Fumagalli)

Coppola 5: Soffre come un dannato la maggiore fisicita’ dei dirimpettai rossoblu, che, con le buone e soprattutto con le cattive, non gli permettono mai di inserirsi negli spazi creati da Improta e di scambiare con Maiorino.

Catania 5: Un solo lampo, l’assist per il colpo di testa sprecato da Maiorino. Poi, il nulla: non salta mai Pezzella e, anche quando schierato alle spalle di Improta, non accende mai la luce

Improta 5: Ad essere generoso lo è, perché da solo si batte contro Idda e Rinaldi. Ma il ruolo del l’attaccante prevede, almeno, che si provi la conclusione in porta. Cosa che lui, in tutto l’arco della partita, non fa mai (dal 42’s.t. Chinellato s.v.: Andava schierato prima).

Maiorino 5: Parte bene, colpendo un palo con una conclusione dalla distanza a Fumagalli battuto. Poi si divora un gol di testa su assist di Catania e da lì sparisce dalla scena, sbagliando l’impossibilità e risultando ininfluente ai fini della manovra offensiva.

All.Chiappino 5,5: Per l’evidente gap tecnico e per le numerose assenze, questa sconfitta non è assolutamente un dramma. Restano, però, alcune sue mancanze, come la tardiva sostituzione dell’impalpabile Improta, e la mancata inversione di Catania e Maiorino: i terzini casertani, entrambi ammoniti, andavano puntati e non aggirati all’interno, come sono stati portati a fare i due esterni visto il loro impiego sulle fasce invertite rispetto ai piedi preferiti.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!