Il Vico vola: Volpe firma la vittoria con il Manfredonia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Super Apuzzo para tutto, Volpe segna. Il Vico vince a Manfredonia

Super Apuzzo para tutto, Volpe segna. Il Vico vince a Manfredonia

Manfredonia (FG) – Con un gol di Volpe e un Apuzzo versione saracinesca il Vico coglie la terza vittoria consecutiva e continua a correre a velocità sostenuta in campionato. Dopo le due chicche casalinghe la squadra di Di Maio espugna il Miramare soffrendo tantissimo e aprendo la stagione delle vittorie in trasferta. L’avvio di partita è di marca sipontina: dopo due minuti di gioco il numero uno vicano subito protagonista con una straordinaria parata a freddo su un colpo di testa ravvicinato di Palazzo. Dopo qualche minuto ancora Manfredonia con Pollidori che su azione d’angolo stacca indisturbato centrando la parte interna della traversa, con la palla che non entra di pochissimo. Vico fortunato e frastornato. Il primo tiro ospite è firmato Russo ma la conclusione è debole. Dopo un minuto Volpe deve fermare con le cattive Palazzo lanciato a rete e si prende il giallo, ma al 27′ il giovane centrocampista vicano è prontissimo a raccogliere l’assist di Iovene, scatenato sulla destra, e a insaccare il gol che per il Manfredonia sa di beffa dopo il dominio assoluto dei primi minuti. I pugliesi accusano il colpo e perdono anche Romito per infortunio, mentre il Vico cerca di gestire il vantaggio e di arrivare avanti alla fine del primo tempo, riuscendo nel proprio intento.
La partita è nervosa, il Vico cerca di tenere facendo i conti con il solito calo fisico che Di Maio sapientemente affronta rimpolpando la retroguardia e lasciando il solo Russo in avanti. Il Donia effettua prestissimo i tre cambi e dopo uno scontro di gioco con Biondi perde La Porta che non ce la fa e lascia i compagni in dieci. La parità numerica è ristabilita da Zaminga che si prende il secondo giallo e va anticipatamente negli spogliatoi. L’area del Vico diventa caldissima negli ultimi minuti, ma sale in cattedra l’ottimo Apuzzo che sventa quando tutto si fa difficile su una mezza rovesciata ravvicinata di Cuomo e poi su D’Ambrosio. E’ l’ultima occasione della gara. Il Vico si prende tre punti che pesano come un macigno e continua a stupire dopo aver iniziato la preparazione in ritardo.

Manfredonia (4-3-3): Leo; Granatiero, D’Arienzo, Cuomo, Esposito; Romito (32′ D’Ambrosio), Pollidori, Gentile (46′ Coccia); La Porta, Palazzo, Arigò (67′ Compierchio). Allenatore: Franco Cinque. A disp.: Porcaro, Sollitto, Bernardo, De Filippo, Coccia, Portosi.
Real Vico (4-4-2): Apuzzo, Lettieri, Maraucci, Melcarne, Circiello (87′ Cirillo); Trigidia (59′ Vigorito), Biondi, Zaminga, Volpe; Iovene (54′ Trofa), Russo. Allenatore: Vincenzo Di Maio. A disp.: Pastena, Coppola, Corsale, Perrella, Oriunto, Martone.
Arbitro: Giuliani (Teramo). 
Ammoniti: Zaminga, Volpe, Apuzzo, Russo, Vigorito, Trofa, Biondi (R) Arigò (M)
Espulsi: Zaminga (R) al 90′ per doppia ammonizione
Angoli: 12-1
.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!