Sorrento, Chiappino avverte i suoi: “Non voglio cali di concentrazione”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'allenatore del Sorrento, Luca Chiappino

L’allenatore del Sorrento, Luca Chiappino

In casa rossonera, la marcia di avvicinamento al secondo derby stagionale, contro la Casertana di Guido Ugolotti, è stata scossa da un’ecatombe di infortuni: agli già indisponibili Musetti, Imparato, Lalli e Parodi si è infatti aggiunto il portiere titolare, Polizzi.

Una lista di acciaccati che farebbe impallidire tutti gli allenatori, soprattutto se alle porte c’è la sfida contro una delle compagini più attrezzate del girone. Tutti, tranne Luca Chiappino: l’allenatore rossonero, infatti, sembra dormire su sette guanciali: “Sono sereno – esordisce il tecnico ligure. –  La squadra in settimana ha lavorato bene ed ha il morale alto. Non mi preoccupa neanche la tenuta mentale del gruppo: la squadra è concentrata e tesa come giusto che sia quando si affronta quella che, insieme all’Ischia e al Messina, reputo una delle corazzate del nostro raggruppamento. I falchetti, infatti, hanno fatto la scelta di non aderire all’età media ed in rosa hanno tantissimi giocatori esperti che questa categoria dovrebbero farla in carrozza. In partite come questa non c’è bisogno che l’allenatore stimoli particolarmente il gruppo”.

Qualche raccomandazione ai suoi uomini, però, ci è scappata: “Ai ragazzi ho chiesto continuità nelle prestazioni e, di conseguenza, nei risultati. Dobbiamo approcciare bene la gara perché giochiamo in casa nostra e contro un’avversaria forte. Non voglio assolutamente che la squadra si rilassi al solo pensiero delle due vittorie consecutive”.

Partire a spron battuto già al fischio iniziale è un cruccio di Chiappino. Soprattutto contro una squadra in crisi come la Casertana che, se colpita a freddo, potrebbe faticare a raccogliere i cocci. Ma, anche se l’avvio di gara dovesse sorridere ai rossoneri, l’allenatore costiero vuole una squadra che tenga sempre ben alta la guardia, anche quando l’avversario sembra barcollare e pronto a concedere il k.o. tecnico: “Voglio più attenzione in alcuni momenti della gara. Dobbiamo imparare a gestire meglio non tanto le fasi negative, che quando arrivano possono essere facilmente superabili grazie alla compattezza della squadra, ma quelle positive. Quando crediamo di aver incanalato la partita verso binari a noi favorevoli tendiamo troppo a rilassarci e a calare l’attenzione: così rischiamo di commettere errori banali, che potrebbero costarci cari. Bisogna, quindi, giocare con la mentalità di essere sempre su un risultato di pareggio”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!