Sant’Agnello, Scippa: “Raccogliamo i frutti di mesi di lavoro”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Francesco Scippa nella gara della scorsa stagione contro la Palmese.

Francesco Scippa nella gara della scorsa stagione contro la Palmese.

Sant’Agnello – La vittoria contro il massa nel derby peninsulare ha fatto schizzare il morale della truppa di Guarracino alle stelle. A rendere le cose ancora più interessanti la vittoria in Coppa contro la Libertas Stabia pochi giorni dopo il pareggio ottenuto contro i gialloblu in campionato. I biancoblu sono migliorati molto rispetto al principio della scorsa stagione, e per il centrocampista Francesco Scippa si stanno raccogliendo i frutti di una semina cominciata già tempo fa: «Partiamo con un vantaggio: abbiamo un’idea di gioco e sette-otto mesi di lavoro alle spalle, iniziati nello scorso dicembre quando cominciammo a risalire nello scorso campionato. Gli innesti non hanno fatto altro che perfezionare la rosa. Ci hanno fatto i complimenti e penso che gli addetti ai lavori abbiano ragione, ma noi dobbiamo rimanere con i piedi per terra e lavorare soprattutto sulla crescita dei giovani. Il derby è stato un piccolo passo poi la vittoria in coppa ci ha dato continuità».
Una vittoria ancora più importante se si considera che il Sant’Agnello non è sceso in campo con tutti i titolari della vittoria con il Massa, segno che la rosa è adeguata a tutti i livell per affrontare il campionato d’Eccellenza e togliersi qualche “sfizio”: «Mercoleì abbiamo avuto un responso importante, hanno giocato 9/11 della gara con il Massa e abbiamo comunque conquistato l’intera posta in palio. Secondo me la differenza la fanno gli stimoli, lo dimostra l’approccio alla gara con la Libertas che è una squadra di giocatori importanti, noi stiamo prendendo coscienza dei nostri mezzi e cerchiamo di mettere in pratica i consigli del mister».
Continuità è quindi la parola d’ordine: trovarne anche in campionato, contro una Palmese che appare in difficoltà di classifica, sarebbe gran cosa: «Se si guarda la classifica la Palmese ha un solo punto, viene da due sconfitte e vive vicissitudini societarie, ma non dobbiamo fidarci – avverte il centrocampista -. Loro hanno una grande storia, noi siamo una piccola realtà anche se non partiamo certo svantaggiati, le partite si giocano in undici contro undici e iniziano dallo zero a zero. Vogliamo fare la nostra partita con grande agonismo».
Gli obiettivi, secondo Scippa, sono comunque gli stessi dell’inizio del campionato: «Il nostro concetto è di crescere e fare qualcosa di buono, cerchiamo di migliorarci sempre e conquistare la salvezza. Tutto quello che verrà di più sarà ben accetto, l’importante è mettersi più squadre possibili dietro e crescere ancora».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!