Sant’Agnello il derby è tuo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Ancora una volta colpisce Di Donna

Ancora una volta colpisce Di Donna

Era la partita dai mille significati quella tra Sant’Agnello e Massa Lubrense. Derby tutto in una sola parola. La paura c’era, ma la sfida è corsa via sui binari dell’equilibrio.
Corsie chiuse, centro ingolfato. Insomma sembrava la classica giornata a Sorrento se non fosse stato un match di campionato.
Un 2-0 netto ed inequivocabile maturato grazie ad un tiro fortunoso di Di Donna e una bella azione corale che ha permesso a Della Femina di chiudere il match.
Troppo Sant’Agnello per il Massa di questo periodo. Compagine matura cinicia e pratica. Gli innesti apportati da Negri e Guarracino hanno consentito ai bianco azzurri di fare il salto di qualità, le cessioni al Massa pesano come un macigno.
Il calcio a giro di Cacace che consente a Uliano di far bella figura è la vera grande chance per i massesi.
I nero azzurri si sbattono e battono contro il muro di gomma eretto dalla truppa di Guarracino. Gli spazi si aprono e il gioco semplice del tecnico santanellese fa il resto. Quando Della Femina fulmina in un sol colpo Cappiello e Fiorentino, Gargiulo capisce che anche oggi non sarà giornata. Troppo leggero in avanti, troppo distratto in mediana, il Massa deve svoltare, ma la Sarnese alle porte sembra un ostacolo impervio da scalare. Il Sant’Agnello si gode il momento, non guarda alla classifica, ma mette riserve in cantina per quando i tempi saranno peggiori.

Sant’Agnello – Massa Lubrense 2-0

Sant’Agnello: Uliano 6.5, Savarese 5,5 (1’st De Maio 6), Palladino 6, Della Femmina 6.5 (24’st Macarone sv), Gardenia 6.5, Di Donna 7, Gargiulo L. 6, Serrapica 6, Arcobelli 6, Esposito 6 (35’st Ferraro sv), Scippa 6.5. A disp.: Luminoso, Longobardi, Sessa, Ferraro, Fiorentino. All.: Guarracino 7
Massa Lubrense: Fiorenitno 5.5, Apreda 6, Cantilena 5.5, Cappiello 5 (26’st Palomba sv), De Luca 5.5, Siniscalchi 6 (13’st Cestaro 5), De Stefano 6 (21’st D’Auria 5), Gargiulo V. 5.5, Apuzzo 5, Cacace 6, Chierchia 5.5. A disp.: Iaccarino, Amura, Di Palma, Gargiulo R.. All.: Gargiulo L. 5.
Arbitro: sig. Marazia 5.5 di Nocera Inferiore
Marcatori: 26’pt Di Donna (SA), 16’st Della Femina (SA)
Note: 300 spettatori circa. Ammoniti: Palladino, Savarese, Uliano, Cestaro. Angoli: 4-3. Rec.:1’pt,3’st.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!