Sorrento, parla “The wall” Villaggatti: “Tutti uniti per continuare a crescere”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Marco Villagatti (foto Penna)

Marco Villagatti (foto Penna)

È stato tra i migliori dell’ultima sfida di campionato contro il Poggibonsi, Marco Villagatti. Difensore, classe ’83, che Chiappino e Pitino hanno scelto per dare quel pizzico di esperienza al reparto arretrato. Lui dopo la stagione in Belgio si sta prendendo il palcoscenico alla grande: “Beh, i due risultati consecutivi sono importanti e danno entusiasmo. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno anche se c’è da recuperare i punti persi per strada”.

Di presenze ne ha accumulate una vagonata. Lui, muro di gomma, che dopo il Lecco ha scelto la costiera per confermare le qualità messe in mostra in campo. Domenica quando il match era ancora apertissimo un suo recupero su Gucci ha fatto scrosciare applausi al pubblico presente. Un urlo a sancire un’ottima giocata: “A noi difensori il goal riesce poco, quindi cerchiamo altri modi per essere utili – se la ride Villagatti -. È stato liberatorio, perché in quella circostanza abbiamo rischiato grosso”.

Un campionato che scorre via in modo molto equilibrato. A parte il Lamezia in fuga, tutte sono racchiuse in pochi punti: “E’ vero, nessuno è riuscito ad imprimere l’accelerata giusta – commenta il biondo difensore -. I motivi? Non saprei. La Casertana ha cambiato tecnico, l’Ischia non ingrana. Alla fine c’è sempre il rischio per tutti contro tutti. Alla fine verso la decima i reali valori verranno fuori”.

Domenica il Sorrento ha lanciato un segnale chiaro per tutti: il gruppo c’è. Al secondo goal Maiorino è corso ad abbracciare Benci autore del fallo da rigore: “L’abbraccio è stato un chiaro segnale che solo tutti uniti possiamo sopperire agli errori”. Misfatti che ai costieri sarebbero potuti costar ancora una volta caro: “Il nostro intento è quello di limitarli al massimo. Maiorino ha fatto un gesto bellissimo ed importante per il morale”.

Alle porte il primo derby di stagione contro l’Aversa Normanna: “Dal cambio di tecnico hanno iniziato a marciare a ritmo sostenuto – conclude Villagatti -. Ha vinto con l’Ischia e di certo contro di noi in casa vorrà continuare. Noi faremo la nostra gara e proveremo ad ottenere il massimo dall’incontro”.

Josè Astarita

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!