La Lubrensis non vuole smettere di stupire: ottavo titolo stagionale

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La premiazione della tappa tricolore a Ferentino, dove la Lubrensis ha vinto un altro scudetto, l'ennesimo del 2013

La premiazione della tappa tricolore a Ferentino, dove la Lubrensis ha vinto un altro scudetto, l’ennesimo del 2013

Massa Lubrense – Diventa difficile conteggiare il numero di titoli italiani sistemati in bacheca dalla Lubrensis nel 2013. Compito arduo perchè non si smette mai di contare nuove vittorie. L’ultima è arrivata nel weekend con la squadra del presidente Gargiulo impegnata in una delle ultime prove indoor della stagione in quel di Ferentino, nella categoria 560Kg e in quella “senza limiti” di peso. La Lubrensis, che si sta preparando ai Campionati Italiani Assoluti di dicembre e ai mondiali che si terranno nel prossimo febbraio in Irlanda, ha sbancato la categoria 560 battendo la squadra locale e i soliti Cobra, affrontati prima in un girone all’italiana a tre e poi in una combattuta finale, dove più della tecnica hanno prevalso la straordinaria fame e la grinta massese lasciando al palo, per l’ennesima volta, i campioni di Fermo.
L’impresa è stata solo sfiorata nella categoria Open, dove la Lubrensis si è presentata con una compagine pesante “solo” 66o Kg rispetto agli 800/900 delle altre formazioni provenienti da Asti, Arco Vallone, Ferentino. In condizioni simili i Cobra impegnati anch’essi nella lotta al titolo. Pur sottopeso, la formazione di coach Gargiulo è riuscita a superare le avversarie e ad ottenere una già sorprendente finale, cedendo proprio ai Cobra dopo una splendida serie di tirate in cui la squadra ha dimostrato il perchè dei tanti allori conquistati nell’anno solare.
Ora, in attesa degli importantissimi appuntamenti che attendono i massesi pluridecorati nei prossimi mesi, c’è da affrontare un’altra sfida, a Roma, per l’ultimo appuntamento della categoria 5×5.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!