Un Massa irriconoscibile cede al Faiano

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Fiorentino_vscafatese_pollioLa furia di avvio della passata stagione è un lontano ricordo per il Massa Lubrense. Due gare e due scoppole per la banda di Luigi Gargiulo. C’era da riscattare la sconfitta di Scafati, ma non ci riescono i nero azzurri che escono con le ossa rotte sotto l’aspetto mentale dal match con i salernitani.
Un Faiano che si prende la propria vendetta. Fredda, freddissima dopo l’amara retrocessione di due anni or sono.
Un solo goal, pochissime e rare le emozioni del Cerulli.
Un calcio piazzato manda negli spogliatoi alla fine del primo tempo avanti gli ospiti. Vincenzo Gargiulo commette fallo al limite dell’area, Cibele prende le misure e batte Fiorentino sul suo palo.
Preso lo schiaffo, il tecnico di casa cambia in avvio. Dentro Cestaro e Peluso, fuori Rodolfo e Vincenzo Gargiulo.
Nessuno stravolgimento tattico, ma reazione pressoché assente.
Ci prova si sbatte il Massa, ma il muro di gomma del Faiano resiste. Senatore comanda al meglio la retroguardia che non soffre anche perché Cacace non è ispirato e il peso dell’assenza di Apuzzo si fa sentire.
Di svincolati ce ne sono a iosa, ma la necessità di under tiene sulla corda il tecnico costiero.
Adesso si attende la reazione in un derby i cui tre punti peseranno come macigni per il cammino futuro del Massa Lubrense in Eccellenza.

Massa Lubrense: Fiorentino, Cantilena,  Apreda, Cappiello, De Luca F., Gargiulo R  (1’st Peluso),   De Stefano, Gargiulo V. (1’st Cestaro ), D’Auria (37’st Chierchia), Cacace, Volpe. A disp.: Iaccarino, Amura, Di Palma, Palomba. All.: Gargiulo L.
Faiano: Senatore 6,  Lamberti (27’st Ruggiero sv),  Iannone,  Grieco, De Rosa,  Buonocore, Scarpinate (28’st Di Nicola),  Costabile, Cibele (46’st D’Auria),  De Luca C,  Nunziata. A disp.: Ginolfi, Ardovino, Marmoro, Viscido, Gaeta. All.: Turco.
Arbitro: sig Di Stasio di Nocera Inferiore
Marcatori: 45’pt Cibele (F)
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Grgiulo V, Volpe, Cibele, Buonocore

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!