Sorrento, conosciamo l’avversario: il “giovane” Poggibonsi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il bomber del Poggibonsi, Manuel Pera

Il bomber del Poggibonsi, Manuel Pera

 

Il Poggibonsi ha una rosa giovanissima, a dire il vero è la formazione più giovane di tutta le Seconda Divisione, ma non dell’intera Lega.

La rinuncia dell’ex main sponsor MPS Consum.it in estate ha costretto e sta costringendo il presidente Pianigiani ha sacrifici economici non indifferenti. Ecco spiegata la linea verde: servono i contributi relativi ai minutaggi. Con la Casertana i “Leoni” avevano una età media di 21 anni, c’erano 95 anni di differenza fra le due squadre nel primo tempo.

Un gruppo che ha in Pera il calciatore più esperto (il capitano è al terzo anno in giallorosso) ed estroso. Uno che in Seconda fa la differenza se in palla fisicamente e con la testa “accesa”.

Il tecnico Tosi ha fatto per tanti anni il secondo a Mazzarri, ne ha preso l’essere minuzioso, è un amante dei dettagli. Un sanguigno, livornese doc, sta facendo il massimo per quello che ha fra le mani.

Gioca 4-3-1-2 più che altro per necessità. Si cerca di sfruttare le caratteristiche di Civilleri da trequartista: non ancora al top ma assolutamente pronto per la Prima Divisione o ciò che sarà la Lega Pro unica. Non c’è Croce, geometra e uomo tatticamente utilissimo, uno che ha fatto la vera Serie C. Non c’è neanche Checchi, il difensore più esperto di cui può disporre Tosi, ed è un ’91. Con lui sta facendo bene De Vitis, classe ’94 lo scorso anno in Berretti dopo una parentesi sfortunata in D.

A cura di:

FILIPPO TECCE

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!