Sorrento, Chiappino:”Ad Aprilia per riprenderci quello perso”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Spinge i suoi verso Aprilia mister Chiappino:"Obiettivo riprenderci quello perso in casa"

Spinge i suoi verso Aprilia mister Chiappino:”Obiettivo riprenderci quello perso in casa”

“Porte chiuse? Scelta mia, ma concordata con la dirigenza”. Sono queste le prime parole di Luca Chiappino in conferenza stampa. Una scelta dettata dalla voglia di fare quadrato. “La ricerca di maggiore tranquillità ci ha spinto a trovare questa soluzione. Isolare la squadra per esigenza. Un atto contro nessuno. Il giovedì sarà sempre possibile vedere le partite amichevoli”.
Domenica era volato via in un amen in direzione Genova. Non aveva potuto commentare la sconfitta col Lamezia.
” Beh già pareggiarla sarebbe stato un danno figuriamoci perderla – sottolinea Chiappino -. Dopo aver creato almeno 5 palle goal nitide abbiamo preso una rete evitabile”.
Una squadra che e’ stata composta in corso d’opera e ultimata sul finire del mercato.
“Adesso siamo ancora al 60 per cento. Abbiamo qualche cosa da sistemare, ma abbiamo un gruppo omogeneo”.
Sul fronte degli indisponibili c’e da registrare il ko di Margarita e Chinellato.
“Sono fuori dai giochi. Recupera Esposito che sarà del gruppo che va in ritiro”.
Ad Aprilia ci sarà da stare attenti. Squadra solida e quadrata che all’esordio ha impattato allo Zaccheria di Foggia con un atteggiamento molto guardingo.
“Sono una squadra fisica che tiene bene il campo, tosta da affrontare per un gruppo come il nostro”.
Chiappino parla dell’aspetto fisico prima di tutto.
“Hanno un pacchetto arretrato composto in prevalenza da elementi di stazza. Si potrà soffrire e noi dovremo applicare le nostre armi – evidenzia il mister -. Sono maturi e cinici a differenza nostra”.
Sotto l’aspetto tecnico il trainer rossonero non dovrebbe apportare cambiamenti.
“La nostra idea di gioco è sempre quella – sottolinea Chiappino -. Puntiamo a riprendevi quello che abbiamo perso in casa. La ricetta? Pratici, cinici e fortunati”.
Si torna su un manto in naturale. Ad Ischia sono emersi molti errori.
“Bisogna capire quando si può giocare o meno. Questo fa parte della crescita individuale della squadra”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!