Le parole del presidente Gaglione alla vigilia di Real Vico – Nardò

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

GaglioneVico Equense – Si ricomincia, una nuova stagione casalinga inizia con i migliori auspici dopo il pareggio dell’esordio contro la blasonata Taranto e con tante speranza da parte dei tifosi che riassaporano il gusto di un campionato nazionale dopo le incertezze degli ultimi tempi. A sgombrare il campo dalle nuvole è arrivato il presidente Rosario Gaglione che ha scelto Vico ed un progetto importante per esprimere la sua passione per il calcio. Per la prima in casa arriva il Nardò, squadra rinforzata dagli arrivi last minute del talento Prinari dal Chievo, di Abdul e Bruno dalla Nocerina. Il patron del Real Vico si aspetta una partita difficile: «Sarà una gara complicata – esordisce il numero uno vicano -, è il nostro debutto in casa e non dobbiamo dare nessun significato al pareggio con il Taranto. Arriva il Nardò che è un’ottima squadra e dopo l’esordio sarà ancora più difficile fare risultato». Sarà una partita particolare per Gaglione che inizia con entusiasmo una nuova avventura in una piazza affamata di calcio di qualità: «Questa vigilia la vivo con tranquillità – spiega -, sono arrivato a Vico dove ci sono tante persone per bene e posso contare sull’aiuto dei dirigenti Guidone, Lettieri e Celentano che sono molto vicini alla squadra. Sono sicuro che faremo ottime cose». Intanto la società non si ferma sul mercato e piazza il colpo Raffaele Corsale, esperto centrocampista con il vizio del gol proveniente dalla Casertana dopo aver giocato stagioni ad alti livelli tra C2 e D con Scafatese e Sant’Antonio Abate. Gaglione presenta il nuovo acquisto e definisce gli obiettivi del Real per la stagione appena iniziata: «Abbiamo preso Corsale – rivela il presidente – perché ci serviva un uomo di esperienza in mezzo al campo. Noi dobbiamo fare un campionato tranquillo, ottenere una serena salvezza prima di tutto». I tifosi aspettano il primo acuto di Giulio Russo, una delle stelle principali della squadra ed ex della partita con una parentesi in Puglia nel 2002, tra i migliori a Taranto nonostante un rigore che il portiere tarantino Marani ha neutralizzato: «Giulio è un calciatore abituato – continua Gaglione -, dopo l’episodio del rigore ha giocato una grande partita, tutto normale per lui. Russo ci tiene più degli altri a fare bene perché dopo tanto tempo è tornato a casa sua, i tifosi stravedono per lui». L’ultima parola del neo-presidente è rivolta ai tifosi che sono attesi in un Massaquano tirato a lucido in vista dell’esordio: «I tifosi non devono ringraziare me ma loro stessi per questa categoria – conclude il patron -, se c’è un progetto valido da portare avanti ne giova tutta la zona. Da sottolineare l’impegno dell’amministrazione perché in dieci giorni abbiamo rifatto il look allo stadio. Quello di serie D è un campionato importante, con squadre fortissime, molto affascinante».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!