Cronoscalate: i risultati Autosport alla Rieti-Terminillo e della Lima-Abetone

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Weekend ricco di impegni importanti per l’Autosport Sorrento nel Campionato Italiano Velocità Montagna con gli appuntamento della Rieti-Terminillo e della Lima-Abetone.
Le sensazioni positive della vigilia hanno prodotto ottimi risultati per Achille Lombardi, impegnato nella prima finale del campionato 2013 del CIVM, la 51^ Rieti – Terminillo, 49^ edizione della Coppa dedicata a Bruno Carotti, con validità FIA International Hill Climb Challenge e FIA European Hill Climb Cup.
Il pilota potentino dell’Autosport Sorrento è entrato nella top ten della classifica generale della cronoscalata dopo una gran prestazione sui quindici tecnicissimi chilometri del percorso che dalla cittadina laziale porta alla vetta del monte Terminillo, percorsi dal portacolori dell’AB Motorsport in 6’25’70. Un percorso veloce, con un allungo iniziale deciso, particolarmente adatto alle auto di grossa cilindrata e con potenza maggiore. Il 1600 della Radical SR4 di Lombardi, al top dopo le regolazioni dei tecnici dell’Autosport, ha fatto perfettamente il suo dovere spinto dal talento del suo driver che ha centrato il nono posto nella classifica generale vinta da Christian Merli e la vittoria nella classe E2/B 1600 bissando il successo. E’ servito, come aveva anticipato il pilota prima della scalata, puntare sulle regolazioni aerodinamiche che gli hanno permesso di conquistare punti importanti nella classifica di categoria dove Lombardi consolida il primo posto e di ottenere un ottimo piazzamento nell’assoluta, tenendo dietro vetture dal potenziale maggiore. Ottima prova, tra gli altri, dello “sceriffo” Cataldo Esposito, che ha festeggiato al volante i suoi primi sessant’anni chiudendo al quindicesimo posto assoluto la sua prova e al secondo posto in categoria, e buon esordio di Gianluca Brunozzi e per Eros Petrucci entrambi nella categoria E2/B 1300.Prossimo appuntamento per le finali del CIVM  in Sicilia, per la 59^ Coppa Nissena dove Lombardi potrà ancora arricchire la sua ottima stagione. Non ha vinto, ma ci è andato davvero vicino Franco Perini. Il pilota Radical alla XXVI Edizione della Lima-Abetone valida per il Campionato Italiano Velocità in Salita Storiche, nella quale possono prendere parte fino a trenta vetture moderne, il driver ha chiuso la gara in seconda piazza. A imporsi il talentuoso e intramontabile Totò Riolo al volante di una Osella 2000. Auto più potente della piccola barchetta Radical, la Osella ha fatto valere tutta la sua cavalleria lungo il percorso molto veloce della gara. Alla prestazione della Radical Prosport di Perini si aggiunge la performance di Malvasio. Il driver in gara con la barchetta inglese, alle prime esperienze con la Radical, ha terminato nella top ten riservata alle auto di ultima generazione Ottima prestazione di Malvasio che alle prime che migliora di gara in gara le proprie performances.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!