Villagatti:”Noi grandi chiocce per i più giovani, obiettivo crescere in fretta”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
villagatti_lamezia_penna

“Un solo obiettivo comune per il Sorrento: limitare gli errori” a dirlo è Marco Villagatti (foto Penna)

Toscano  testardo dentro e fuori dal campo, guida del pacchetto arretrato,  reduce dall’esperienza in serie B  belga, grande esperienza in Lega pro dove  vanta 170 presenze tra i professionisti e ben 10 gol: è il centrale difensivo Marco Villagatti. Promosso nella sua prima gara ufficiale con i colori rossoneri è comunque scontento  del risultato finale rimediato contro la Vigor Lamezia di mister Costantino.  Una prestazione double face dei costieri che al 5’ minuto del primo tempo già passano in vantaggio con Musetti dimostrando un gioco frizzante e convincente, i rossoneri più volte hanno l’occasione di centrare il gol del raddoppio ma si dimostrano un po’ spreconi.  Gol sbagliato gol subito ed è così che i bianco-verdi agguantano l’1-1 su calcio di rigore.  Il secondo tempo è tutta un’altra storia, i rossoneri accusano il colpo e incassano anche il secondo e il terzo gol. Nulla può la rete che porta la firma di Catania contro l’inevitabile disfatta.
“E’ la dura legge del gol – commenta Villagatti in conferenza stampa e non nasconde un po’ di amarezza  – volevamo iniziare bene, abbiamo creato diverse occasioni  soprattutto nel primo tempo ma non è andata come speravamo. Non dobbiamo demoralizzarci, c’è da lavorare tanto perché abbiamo tutte le qualità per poter far bene. Sicuramente bisogna stare più attenti a non commettere gli stessi errori che oggi ci hanno penalizzato, in questa categoria non ce lo possiamo permettere.”
Lo sbaglio più grande è stato non riuscire a blindare il risultato e di conseguenza  l’ingenuità e l’inesperienza hanno avuto il sopravvento
“ Non siamo riusciti a chiudere la partita, purtroppo  gli errori possono capitare a chiunque, la bravura sta nel reagire e riuscire a capovolgere le situazioni. Loro sono stati bravi in questo, hanno segnato il 2-1 e noi siamo calati notevolmente”.
Martedì riprenderanno i lavori in vista delle due trasferte consecutive con l’Aprilia e il Cosenza “Nelle prossime settimane sarà importante crescere molto e velocemente.  Un ruolo fondamentale spetterà a noi “grandi” che dovremo  fare dai chioccia e trascinare i più giovani senza far pesare loro qualche ingenuità”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!