Il Vico esce indenne dallo Iacovone: 0-0 a Taranto

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il Vico pareggia a Taranto nella partita d'esordio del girone H di Serie D.

Il Vico pareggia a Taranto nella partita d’esordio del girone H di Serie D.

Taranto – Inizia bene l’avventura del Vico in Serie D. Nella partita d’esordio in trasferta contro la blasonata e favorita Taranto, con tante incognite dovute alla situazione degli ultimi mesi, il Vico strappa uno 0-0 importantissimo che fa morale. E’ stata una partita tiratissima e nervosa, con molti colpi di scena e due occasioni d’oro, una per parte, per portarsi in vantaggio.
Dopo alcuni minuti di studio parte forte il Taranto che con Clemente e Ancora impegna in più occasioni il portiere ospite Apuzzo, bravo a sventare i pericoli. Al 18′ il Vico avrebbe l’occasione di portarsi addirittura in vantaggio contro i rossoblu con un rigore assegnato dall’arbitro Volpi per un fallo dubbio di Marchitelli su Mennella. Il difensore viene anche ammonito tra le proteste dei padroni di casa. Sul dischetto si presenta Giulio Russo che spreca facendosi parare il tiro dall’estremo avversario Marani.
Dopo lo spavento il Taranto continua a fare la partita e cerca il vantaggio prima con un tiro da fuori di Carloto e poi con Muwana che semina il panico sulla fascia e serve Mignogna che scivola al momento del tiro.
Prima del duplice fischio è il Taranto ad ottenere l’occasione d’oro per passare in vantaggio e legittimare la maggiore vivacità in campo: Ansalone respinge col braccio un tiro di Muwana e Volpi non ha dubbi. Proteste dei vicani, ma è rigore. Sul dischetto ci va Clemente che però indirizza a lato la palla. Si chiude con qualche tensione in campo la prima frazione di gioco caratterizzata da un errore per parte dagli undici metri.
nel secondo tempo poco spettacolo nei primi venti minuti: è il Taranto a comandare con due occasioni firmate Mignogna e Caruso, neutralizzate da Apuzzo. Il Vico intravede il punto d’oro e cerca di addormentare la partita, ma all’altezza del venticinquesimo Vigorito rischia di farla grossa passando di petto un pallone ad Apuzzo che il portiere non vede e per poco non termina in autogol.
L’ultima occasione della gara, dopo l’inserimento di Martone al posto di Russo da parte di Di Maio, capita sui piedi di Miale che per poco non porta in vantaggio i padroni di casa che devono accontentarsi però di un punto. Un punto che fa comodissimo al Vico che inizia con il piede giusto l’avventura in D.  

Taranto -Real Vico Equense 0-0
TARANTO (4-2-3-1):
 Marani; Viscuso, Miale, Prosperi, Marchitelli; Muwana, Carloto; Mignogna (34′ st Palmisano), Clemente (18′ st Balistreri), Fonzino (12′ st Caruso); Ancora. A disp.: Monopoli, Riccio, Pulci, Pellegrini, Carbone, Ciarcià. All.: Enzo Maiuri.
REAL VICO EQUENSE (3-4-3): Apuzzo; Vigorito, Maraucci, Lolaico; Trofa, Biondi, Coppola, Ansalone; Mennella (22′ st Volpe), Iovene (22′ st Izzo), Russo (36′ st Martone). A disp.: Giuffreda, Piscopo, Circiello, Oriunto, Perrella, Matarazzo. All.: Vincenzo Di Maio.
Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo (Antonio Valentini di Bari – Nicolò Aurora di Molfetta)
Ammoniti: Marchitelli (TA), Maraucci (RV), Ansalone (RV); Mennella (RV), Miale (TA), Izzo (RV)
Espulsi: /
Corner: 6-4
Recupero: pt 4′, st 4′
Note: Spettatori n. 2847; al 19′ pt Marani (TA) para un calcio di rigore a Russo; al 44′ pt Clemente (TA) manda a lato un calcio di rigore.

Si ringrazia per le informazioni sulla gara il giornalista Gabriele Russano di www.blunote.it

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!