QUI LAMEZIA, parla il ds Maglia: “Occhio Vigor, Pitino ha svolto un lavoro di prim’ordine”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Fabrizio Maglia, ds della Vigor Lamezia

Fabrizio Maglia, ds della Vigor Lamezia

La gara d’esordio in campionato è sempre ricca di insidie, con sorprese che possono sbucare all’improvviso da dietro ogni angolo. Senza un’identità ancora bene da delineare e con tanti punti interrogativi che solo il tempo potrà risolvere, il rischio di toppare è di quelli concreti.

Questi pericoli Fabrizio Maglia, direttore sportivo della Vigor Lamezia, prima avversaria del Sorrento nel raggruppamento B della Seconda Divisione, li conosce fin troppo bene. E dall’alto della sua navigata esperienza, nell’intervista concessa in esclusiva al nostro portale, li pone al primo posto nella  speciale “lista nera”, quella accuratamente da evitare: “Domenica sarà una gara dura – conferma Maglia, – come tutti gli esordi, d’altronde, i quali riservano sempre delle incognite. In più la Vigor Lamezia è una squadra completamente nuova. I riconfermati sono pochissimi, è stato un rinnovo voluto e anche obbligato: il ciclo precedente, durato più di cinque anni, si è infatti concluso la scorsa stagione, quindi abbiamo logicamente cercato calciatori con nuovi stimoli, sposando, poi, in pieno il progetto della Lega Pro, dando fiducia a tanti giovani. Al momento, come credo tutte le altre squadre, siamo appena al 70-80% delle nostre possibilità, soprattutto a causa dei carichi di lavoro fatti durante il ritiro e ancora da smaltire. Purtroppo, poi, abbiamo anche qualche acciaccato di troppo”.

Insomma, già all’avvio i biancoverdi saranno chiamati a stringere i denti. Ma sarà un buon allenamento, visto che il nuovo format della Seconda Divisione impone a tutti di non abbassare mai la guardia: “Questo campionato di Seconda Divisione sarà durissimo, una vera e propria battaglia – sottolinea il direttore sportivo lametino – Tutte le squadre, tra cui spiccano alcune con alle spalle piazze importantissime, partiranno ovviamente con l’obiettivo di non retrocedere. Ogni partita andrà interpretata come fosse una finale. La Vigor Lamezia è una squadra giovane che può giocarsela con tutti. L’obiettivo, manco a dirlo, è quello di partecipare alla prossima Lega Pro unica: credo possa essere alla nostra portata”

La chiusura non può che essere dedicata al Sorrento di Luca Chiappino che, nonostante abbia perso un po’ di smalto negli ultimi anni, incute ancora un po’ di timore reverenziale: “Giocheremo su un campo di una squadra che l’anno scorso ha giocato in Prima Divisione, quindi già questo deve metterci in guardia – chiosa Maglia –  E’ vero che, come noi, anche il Sorrento è imbottito di giovani, ma credo che il lavoro del mio amico Marcello Pitino possa essere considerato di prim’ordine”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!