Sorrento: La prima interrogazione è da 6

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

_ALE9440Becca la prima sufficienza dell’anno il Sorrento del professore Chiappino.
Squadra che dimostra come l’applicazione in una situazione di mercato particolare sia tanta.
Senza attaccanti ruolo puri, tutti infortunati, l’ex trainer del Genoa opta per Roberto Esposito come punto di riferimento.
Di lavoro sporco il giovane torrese ne fa tanto, ma risulta poco lucido sotto porta.
Un primo tempo ricco di occasioni.
Sorrento e Cosenza provano a far propria la gara quando le energie ci sono.
Pepe, lo stesso Roberto Esposito hanno quelle più importanti.
Il palleggio c’è, serve la crescita esponenziale della personalità. Aspetto sul quale anche Chiappino vuole miglioramenti.
Le interrogazioni sono portate avanti dalla truppa di Cappellacci che con maggiore esperienza prova a far salire a galla il sommerso.
La difesa tiene botta, il centrocampo pianta il faro Danucci al centro, mentre per l’attacco c’è la seconda chance prima ad Ischia e poi contro il Lamezia.
Sebbene fosse fine agosto lo scroscio d’acqua mattutino consente dei ritmi accettabili per 45 minuti.
Nella ripresa ci provano Napolano per i calabresi e Letteri, palo, per il Sorrento.
Dal 15mo è amichevole. Qualche fallo tattico in più perché la birra in corpo è poca, la lancetta dell’Atp è in rosso e il fiato diviene sempre più corto.
Lo 0-0 alla fine un risultato giusto che non mette pressione e potrebbe dare quel pizzico di autostima in più per affrontare al top prima la corazzata Ischia e poi ancora Calabria, Lamezia, in casa all’esordio.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!