Slalom: Castellano trionfa a Tramonti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Sebastiano Castellano, vincitore della 10^ Coppa Città di Tramonti.

Sebastiano Castellano, vincitore della 10^ Coppa Città di Tramonti.

Tramonti (SA) – Autosport Sorrento sugli scudi durante la decima edizione della Coppa Città di Tramonti – Memorial Umberto Buonocore in cui i piloti peninsulari si sono presi la scena con prestazioni da urlo. Dopo le tre manches in cui la gara è stata divisa a conquistare il primo gradino del podio è stato il bravissimo Sebastiano Castellano al volante di una Radical SR4 Suzuki, premiato dai lettori di Sportinpenisola lo scorso 23 luglio come miglior pilota del panorama peninsulare, che è riuscito, dopo una prima frazione caratterizzata da una penalità, a ribaltare la situazione e a sbaragliare la concorrenza. Concorrenza di un certo livello, considerato che al secondo posto è giunta la leggenda Luigi Vinaccia su Osella motorizzata Alfa Romeo, che ha conquistato, dopo aver fatto segnare il miglior risultato nella prima manche, un argento che sa di passaggio di consegne verso il primo classificato che potrebbe, considerate le ultime eccellenti prestazioni, raccogliere l’eredità del quattro volte campione italiano di slalom. Doppietta Autosport quindi, mentre al terzo posto si è piazzato il pilota Giuseppe Coppola della Scuderia Vesuvio che ha spezzato l’egemonia del team di Sorrento.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!