Sorrento, spunta il nome di un altro ds: è Pitino

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Marcello Pitino

Marcello Pitino

Il no di Alessandro Battisti alla richiesta del Sorrento di ricoprire la carica di direttore sportivo lasciata vacante da Salvatore Avallone ha obbligato la dirigenza rossonera ad una corsa contro il tempo per individuare una nuova figura cui affidare il compito di costruire il Sorrento che verrà.

Nella tarda serata di venerdì i dirigenti costieri hanno sfogliato la margherita, convenendo su un nome di spessore: Marcello Pitino. L’ex direttore sportivo di Nocerina e Paganese è stato contattato in prima battuta telefonicamente al termine della riunione e nella mattinata di ieri ha incontrato l’amministratore unico rossonero, Francesco D’Angelo. Un incontro informale, in cui la parte rossonera ha saggiato la disponibilità del ds ragusano a sposare la causa rossonera.

Pitino sembra propenso a prendere in mano la patata bollente: nel week-end sono previsti ulteriori incontri in cui verranno discussi programmi e questioni economiche.

Sullo sfondo resta a guardare Gianluca Torma. L’ex direttore sportivo dell’Andria fu contattato dai costieri prima di virare sul nome, poi saltato, di Alessandro Battisti. Qualora la trattativa tra Pitino e il Sorrento non dovesse andare in porto, potrebbe ritornare in auge il suo nome.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!