Memorial Zio Pino: Dib. Coca Cola settebellezze contro Alberi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il team di Alberi sconfitto contro la Dib

Il team di Alberi sconfitto contro la Dib

Meta – Bella prestazione della Dib. Coca Cola nella terza giornata del Memorial Zio Pino. La squadra del capitano Andrea Liguori ha piazzato ben sette reti alla formazione Alberi che si è fermata dopo due segnature. Mattatore della gara proprio il capitano Liguori, autore di una bella doppietta che ha aperto le danze, coadiuvato da Pietro Egro, autore anch’egli di due reti e del fortissimo Breglia che ha portato a sei le reti della Dib. Il settimo gol è firma di Agostino Ferraro, che ha completato l’ottima prestazione della sua squadra. Non è bastata ad Alberi la doppietta di Giuliano Leone, migliore dei suoi. Si delineano quindi le gerarchie nel Girone B con la Coca Cola che si appaia alla Termica Moderna, dalla quale ha subito l’unica sconfitta del girone, con 6 punti in classifica. Segue il Bar Maracanà, sconfitto per 3-2 contro la Dib. in una partita spettacolare, con tre lunghezze mentre Alberi chiude a zero punti il suo Memorial.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!