Sorrento, c’è l’ok della Co.Vi.Soc

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

In attesa di capire quando, e soprattutto se realmente, verrà depositata presso gli uffici della Lega Pro la domanda di ripescaggio in Prima Divisione, il Sorrento può formalmente considerarsi iscritto al prossimo campionato di Seconda Divisione.

Nella mattinata di lunedì, infatti, gli ispettori della Co.Vi.Soc hanno controllato l’incartamento della società rossonera.

L’ok è arrivato per tutti i parametri richiesti all’atto dell’iscrizione: i costieri sono stati ritenuti, infatti, idonei dall’organo di verifica federale per aver, nel dettaglio: assolto il pagamento degli emolumenti ai tesserati, ai dipendenti, ai collaboratori addetti al settore sportivo, nonché le relative ritenute Irpef, contributi INPS (già ENPALS), “Fondo fine carriera” e “Fondo di solidarietà”; assolto il debito IVA scaduto al 31 dicembre dell’anno precedente; presentato un budget finanziario per il periodo 1 luglio-30 giugno, redatto su base trimestrale; depositato regolare fideiussione bancaria; disposto di un parametro PA pari almeno a 0,12 unità di patrimonio netto contabile per ogni unità di attivo patrimoniale per la stagione 2013/2014, a 0,15 per la stagione 2014/2015 e a 0,18 per la stagione 2015/2016;  effettuato gli adempimenti entro il 1 luglio, evitando, così, d’incorrere in penalizzazioni.

Nella giornata di domani, quando la Co.Vi.Soc, emetterà i verdetti, il Sorrento sarà quindi computato nell’elenco delle società in regola.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!