Sorrento calcio: I tifosi ripartono al grido di Avanti Ragazzi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
coerografia_pollio

Foto Gennaro Pollio

I dirigenti svolgono il loro compito per dare un futuro alla squadra, i tifosi alla curva.
La chiamata a raccolta di chi ama il rosso ed il nero della maglia che ha nello stemma le cinque losanghe è partita su Facebook pochi giorni fa, poi l’incontro.
“Adunata Ultras…dopo una retrocessione, un’annata di merda e tante incertezze sapere che gli ultras a giugno già pensano alla prossima annata è un buon segno no? Segno che il cuore rossonero batte anche ora, anzi ora più forte di prima!”. Questo il post apparso sui tanti gruppi nel popolare social network. Secco e deciso. Pronti per ripartire.
I tifosi in un sol colpo hanno deciso di ripartire. Fosse anche da zero, ma vogliono iniziare ad applaudire di nuovo i propri beniamini.
Non un qualche cosa legato a chi indosserà la camiseta del Sorrento, ma solo alla maglia.
Questo l’argomento principale della serata con cui gli storici sostenitori della Curva Nord hanno voluto dare inizio alla stagione che verrà.
Un appuntamento a tavola come è sempre accaduto al termine delle passate stagione. Si è masticato tanto, ma non amaro questa volta in un noto locale della città del Tasso che ha ospitato gli Ultras.
Il sunto della serata è sempre stato affidato ad internet.
“Un grazie a chi c’era, un grazie a chi non potendo esserci ci ha contattato per avvisarci e un grazie anche a chi non si è fatto né vedere né sentire perché siamo sicuri che la prossima volta ci sarà. La prima pietra è stata messa, da questa pietra costruiamo la nostra fortezza! AVANTI RAGAZZI”.
Questo il ringraziamento di chi ha sempre girato l’Italia per l’amore di una maglia.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!