Vitiello:”Sento anche mio il campionato vinto dal Vico”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Sente suo il successo in Eccellenza del Vico, Aniello Vitiello

Sente suo il successo in Eccellenza del Vico, Aniello Vitiello

Un anno intenso vissuto da Aniello Vitiello.
Il centrocampista ex Vico Equense è stato protagonista di una grande parte di stagione in azzurro oro. A febbraio quando altri decisero che poteva bastare così il vantaggio sul Torrecuso era di quattro punti.
La sentenza dell’Alta Corte del Coni ha confermato il verdetto del campo.
“Mi sentivo già in D due mesi fa”. Commenta l’ex capitano dei costieri che aggiunge: “ Se proprio la vogliamo dire tutta nel calcio può succedere qualunque cosa, ma dopo il successo esterno a Torrecuso al 90 % per me eravamo in D”.
Molto del merito di quanto ottenuto dalla società vicana passa per le prestazioni di quella parte di squadra epurata a febbraio prima del match contro il Trentinara.
“ Il campionato noi lo abbiamo vinto con merito – analizza Vitiello -. Anzi con tanti meriti e non solo calcistici ma sopratutto umani”.
Adesso è alla finestra. Attende con impazienza una chiamata in questo scorcio di calcio mercato. Tutto può succedere e l’ex mente del Vico lo sa bene.
“Questo è il periodo più brutto per i calciatori ma nello stesso tempo più intrigante perché c’è la sicurezza di aver chiuso un anno calcistico e mettersi in moto per avviarne un altra nuova”.
In pratica poco meno di 365 giorni e si riprende. Il tempo di ricaricare le batterie per lanciarsi in una nuova avventura.
“Un anno calcistico alla grande nel quale posso fregiarmi di aver vinto un nuovo titolo”. Vitiello attende anche se il suo cellulare squilla con costanza.
“ Cosa farò e dove andrò non lo so è un po’ presto – conclude il centrocampista torrese -. C’è qualche chiamata sia da società sia da allenatori che mi stimano, ma purtroppo se non arriva 1 luglio si può dire e fare quello che si vuole ma restano solo parole”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!