Ferraro:”Sarei onorato di allenare il Sorrento”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Si dichiara onorato di allenare il Sorrento, Giovanni Ferraro (foto Franco Romano), ma di chiamate neppure l'ombra

Si dichiara onorato di allenare il Sorrento, Giovanni Ferraro (foto Franco Romano), ma di chiamate neppure l’ombra

“Sarei onorato di allenare il Sorrento”. Giovanni Ferraro non dimentica i suoi trascorsi con la casacca rossonera, ma aspetta.
“E’ prematuro parlarne adesso – ammette il tecnico -. Ho un contratto in essere con l’Arzanese la cui scadenza è fissata il prossimo 30 giugno. Da luglio si vedrà”.
E’ una sorta di Ferraro porte aperte quello che si confessa a Metropolis. È tornato da poco da una vacanza a Marina di Ginosa. Un modo per ricaricare le batterie dopo il positivo rush finale con la compagine partenopea.
“E’ stato un anno che ha dato tante emozioni. Una salvezza voluta e conquistata con merito. Posso solo ringraziare la società, i giocatori ed i tifosi”.
Non è un messaggio d’addio ad Arzano.
“La società mi ha fatto una proposta che sto valutando. Presto si sapranno le mie decisioni”.
In soldoni: non c’è nulla di certo.
Il suo nome è stato accostato più volte al Sorrento. Dalla scorsa estate al periodo dell’immediato dopo Bucaro. Mai la fumata bianca.
“Perché mi cerca il Sorrento? – se la ride Ferraro-. Dopo l’estate scorsa e l’inverno sarebbe bello, ma di contatti non ne ho avuti con nessuno”.
Un input chiaro anche per trasmettere tranquillità a tutti coloro che hanno stima del tecnico autore del miracolo Vico Equense.
A spingere forte per una sua candidatura c’è il presidente Paolo Durante. La sua linea è stata bocciata due volte: prima Bucaro, voluto dal ds Avallone, poi Papagni sponsorizzato dalla coppia Ronzi-Scala.
Due flop o mezzi flop per il sodalizio di via corso Italia che adesso non può proprio sbagliare un colpo.
“Io abito a Vico, conosco l’ambiente per esserci stato da giocatore e ho solo ricordi bellissimi, ma di qui a parlare di panchina ce ne passa”.
Prende tempo il tecnico vicano anche se è ben conscio che, qualunque sia l’avventura, bisogna agire presto per fare le mosse giuste.
In perfetto equilibrio su di un filo che lega a doppia mandata Vico Equense a Sorrento ed Arzano, Ferraro attende. In pole c’è la sua squadra con la quale ha chiuso il campionato, dall’altra quella che da calciatore ha dato le ultime gioie al centrale costiero.
“Per adesso mi godo ancora un po’ il mare della costiera. Tra Capri e Nerano. Poi la settimana prossima potrei anche scegliere cosa fare l’anno prossimo”.
Un chiaro messaggio subliminale lanciato ai vertici del sodalizio costiero: fare presto. Ferraro ha richieste e se il Sorrento non giungesse con quella giusta tutto andrebbe a carte quarantotto.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!