Vico: le dichiarazioni del presidente sulla conclusione del caso Teta

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La soddisfazione del presidente del Vico D'Auria dopo la conclusione positiva della querelle teta

La soddisfazione del presidente del Vico D’Auria dopo la conclusione positiva della querelle teta

Vico Equense – Soddisfazione e sollievo per la chiusura di una querelle ormai diventata insostenibile per società e tifosi che attendevano ormai da tempo l’ufficialità della promozione in D del Vico Equense. L’Alta Corte del Coni ha rigettato il ricorso della Calpazio e dichiarato inammissibile quello del Torrecuso in merito alla decisione della Commissione Disciplinare Territoriale che aveva riscritto la classifica del Girone B d’Eccellenza a favore dei vicani. Ecco le dichiarazioni del presidente D’Auria: «Con il verdetto di oggi giunge a termine una questione che è stata lunga e dolorosa per le persone che animano con correttezza la società sportiva e per lo sport in generale. Il Vico Calcio, è il caso di dire, oggi non solo è stato campione sui campi da gioco ma anche nelle aule di giustizia, giustizia di cui ho sempre avuto fiducia. Mi auguro che adesso i nostri detrattori possano trovare finalmente quiete e serenità. Sono felice che oggi sia stata restituita giustizia e merito all’abnegazione e alla correttezza da sempre dimostrate dalla segreteria e con essa da tutto lo staff societario».
Il presidente continua, sempre sulle pagine del sito ufficiale della società: «Ho avuto sempre fiducia nella giustizia sportiva, siamo stati da sempre convinti, io e il gruppo di dirigenti, che le nostre ragioni avrebbero trovato accoglimento anche in relazione al comportamento di correttezza e buona fede che ha sempre ispirato le nostre condotte». Un ringraziamento ai legali della società e agli organi di giustizia, senza dimenticare un augurio sportivo, che chiude ogni polemica, al Torrecuso impegnato nella finale per la D contro i siciliani del Due Torri. «Desidero ora ringraziare innanzitutto i nostri legali, gli avvocati Ivan Attratto e Lucio Giacomardo, quest’ultimo già docente di diritto sportivo all’Università degli Studi di Napoli Federico II, che sono riusciti a sovvertire la decisione del giudice sportivo di primo grado e a difendere le ragioni del Vico Calcio anche davanti l’Alta Corte del CONI. Devo inoltre ringraziare gli stessi componenti degli organi di giustizia, in primo luogo quelli del Comitato Regionale della Campania, che hanno dimostrato nella circostanza particolare attenzione nell’applicazione dei principi del diritto in una situazione complessa e delicata. Ora grazie alla giustizia sportiva ha trionfato la classifica acquisita sul campo; da campano auguro alla consorella Torrecuso Calcio di prevalere nell’importante gara in programma domenica prossima e conquistare anch’essa il diritto ad accedere alla Serie D».
La società, nelle prossime ore, farà partire ufficialmente la campagna abbonamenti e presenterà ai tifosi tutte le novità in merito all’avventura in D che possiamo definire ufficialmente appena iniziata.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!