Sorrento: Si cerca la rescissione con Musetti, Beati e Polizzi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Potrebbe essere ai titoli di coda l'avventura di Beati (foto Pollio) a Sorrento

Potrebbe essere ai titoli di coda l’avventura di Beati (foto Pollio) a Sorrento

Continua il periodo di caos calmo in casa Sorrento. La società prosegue i suoi lavori, mentre si deve cercare di chiudere con i soci per la fideiussione e l’iscrizione al prossimo campionato di C2.
Sul fronte mercato sono diversi gli interrogativi da risolvere.
Avallone ha il contratto in scadenza al prossimo 30 giugno. Rinnovo? Più no che si. La retrocessione pesa sulla testa del direttore sportivo più del mondo sulle spalle di Atlante.
A breve ci sarà un incontro con l’agente di Musetti. L’attaccante, ex Cremonese, giunto in costiera a gennaio ha ancora un anno di contratto. C’è un cavillo che potrebbe far dividere le strade del puntero toscano e del Sorrento: la C2.
Risolto il dubbio su Musetti una delle ultime operazioni di Avallone sarà quella di trovare un accordo con Beati e Polizzi. Potrebbe essere ancora Rossi a difendere i pali del Sorrento affiancato da Lombardo di ritorno dal prestito a Matera.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!