Nazionali U17: Segrate supera l’Apd

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Policoro (MT) – Si è concluso il Girone A di qualificazione alle fasi finali delle Nazionali Under 13 al PalaOlimpia. L’Apd che non aveva più speranze di passare il turno per effetto delle due sconfitte subite da Ortona e SS Lazio nonchè dei contemporanei risultati di Segrate, ha affrontato proprio i lombardi nella terza ed ultima partita.
Non si è trattato di una sfida facile per l’Apd al cospetto dei forti milanesi, dopo la delusione delle prime due gare. Il primo set si è infatti concluso sul 13-25 per Segrate, che dopo un avvio sprint non ha mai permesso ai santanellesi di limare lo svantaggio.
I ragazzi di Paolo Russo nel secondo set giocano con orgoglio: in svantaggio fino al 9-11, riescono a pareggiare e poi ad accelerare portandosi in vantaggio di quattro lunghezze, che diventano sei nel finale del set, sul 22-16. Segrate reagisce ma ormai è tardi e l’Apd si porta a casa il parziale sul 25-19 dopo aver disposto di 7 set points, solo due dei quali annullati dagli avversari.
Si torna in campo per il terzo set: l’Apd riprende coraggio e martella Segrate piazzando un break di 7-1. I milanesi si svegliano ma i nostri sembrano averne di più e continuano a condurre sul 13-8.  Il vantaggio santanellese tiene fino al 18-18. Per qualche minuto si gioca un equilibrato botta e risposta, fino al 20 pari, quando Segrate inserisce la marcia superiore e va a prendersi il set e il momentaneo 1-2 chiudendo sul 22-25.
Segrate chiude la sfida nel quarto set: scappa subito sull’1-5 e mantiene un vantaggio rassicurante fino al 9-15. La reazione dell’Apd non è tale da arginare la furia milanese e non è foriera dei risultati sperati. Il gap si riduce nel finale con i santanellesi a un passo dal pareggio sul 19-21 dopo un break positivo di punti. Non basta: Segrate con un colpo di coda si porta a casa gioco partita e incontro: 21-25 il finale, 1-3 per i meneghini.
La classifica finale del Girone A vede la Pallavolo Lazio passare il turno a gonfie vele con tre vittorie su tre gare, seguita da Segrate che ha raccolto 7 punti avendo perso per 3-2 con i capitolini. Al terzo posto Ortona mentre chiude a secco l’Apd che deve far tesoro dell’esperienza accumulata durante queste finali e ripartire, avendo chiuso comunque tra le sedici squadre giovanili più forti d’Italia, con l’entusiasmo con cui i ragazzi sono arrivati in Basilicata e memori di quanto di grande e importante hanno dato e hanno ancora da dare allo sport peninsulare e campano. Domani si giocheranno le finaline per decidere le posizioni tra il tredicesimo ed il sedicesimo posto.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!