Nazionali Under 17: niente da fare per l’Apd contro la SS Lazio. 3-0 per i capitolini

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Apd Matera

L’Apd prima della sfida con la SS Lazio (ph. Francesco Carotenuto)

Policoro (MT) – L’Apd Carotenuto Sant’Agnello dopo la prima gara sfortunata contro Ortona cede anche contro la Pallavolo Lazio nel Girone A delle finali nazionali under 17 di Policoro.
Al PalaOlimpia di Policoro primo set maledetto per la truppa di Paolo Russo. In vantaggio per quasi tutto il parziale, l’Apd è riuscita a mantenere a lungo 4/5 punti di vantaggio rispetto agli avversari. Massimo gap sull’8-13. La Pallavolo Lazio non ha mollato e si è rifatta sotto risalendo dai cinque punti di distacco fino al 20-21, piazzando un break di 4-0 nei confronti dei santanellesi. Sul 21-21 sorpasso laziale, che si concretizza poi nel 23-21 che mette in crisi l’Apd. Lazio con un altro attacco positivo può sfruttare due set points ma l’Apd non ci sta e risale fino al 24-23. Non basta, perchè il punto decisivo per i romani arriva puntuale e costringe i santanellesi ad una rincorsa ancora più dura.
Il secondo set inizia sulla stessa falsariga del primo. La Lazio si porta subito avanti costringendo i santanellesi a rincorrere. Avanti 7-4 i laziali, che non abbandonano il timone della gara. i costieri si rialzano e si portano sul 9-7 facendo intendere la voglia di recuperare. Lazio scappa ancora, 12-8, Sant’Agnello ritorna sotto, 12-10.  A quel punto la squadra in vantaggio accelera prepotentemente; prima tre punti di vantaggio sul 14-11, poi addirittura cinque sul 20-15 che taglia un po’ le gambe a chi deve inseguire. L’Apd mette ancora due punti in cascina ma si ferma lì mentre la Lazio dilaga fino al 25-17 che dice 2-0 nel conteggio dei set. Serve un miracolo.
Un miracolo che stenta a concretizzarsi nel terzo set sul 5-2 per Lazio. Lo svantaggio viene colmato dall’Apd che si porta sull’8-8 e per la prima volta nel set passa in vantaggio sull’11-12. Non è finita. I capitolini però pareggiano e riportano la sfida sul 13-13, cominciando poi a randellare i costieri piazzando un break mortifero di 6-0. Sul 19-13 l’Apd si risveglia, forse troppo tardi, e piazza qualche punto. Lazio non ci sta e mantiene il +6, 21-15 mortificando le velleità di rimonta di Sant’Agnello che però non molla mai e riesce a recuperare qualcosa fino al 22-18. La speranza continua a rimanere viva perchè i peninsulari stanno al passo: il risultato non lascia intravedere ancora la parola fine. Gli ultimi minuti di gioco mostrano infatti un’Apd dal grande cuore, che riesce a risalire pian piano fino al 23-21, ma quando sembra davvero possibile la rimonta impossibile la Lazio chiude i conti. Finisce 25-22 il terzo set e 3-0 per la SS Lazio.
Pesantissimo nell’economia di queste finali il secondo set perso contro Ortona, poi battuta da Segrate, nella gara d’esordio, con due set points a disposizione. Nel pomeriggio la sfida con Segrate, purtroppo inutile ai fini del passaggio del turno.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!