Apd Carotenuto: tutto pronto per le finali di Policoro

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Partenza fissata per domani: l'Apd Carotenuto inizia l'avventura nazionale

Partenza fissata per domani: l’Apd Carotenuto inizia l’avventura nazionale

Sant’Agnello – Ancora 24 ore e poi l’avventura dell’Apd Carotenuto nelle finali nazionali U17 maschili di Matera e Policoro inizierà ufficialmente, con il sorteggio che alle 11 deciderà le avversarie del girone eliminatorio per la giovane compagine allenata da Paolo Russo. Dopo aver conosciuto i nomi delle sedici società che si contenderanno il titolo di campione d’Italia, in mano alla Trentino Volley che l’anno scorso a Pomezia ha battuto in finale la Vero Milano, non resta che far parlare il campo che svelerà se l’Apd riuscirà a confermare il sesto posto in carica.
Tutta la società è in fibrillazione, come svela il vicepresidente Francesco Carotenuto, che commenta le insidie di un torneo dall’elevato tasso tecnico: «Il sorteggio di Policoro ci darà un primo quadro della situazione, oltre alle solite squadre di prima fascia ci sono le incognite di terza fascia, nella quale ci sono anche la Lube Macerata e addirittura il Trentino campione in carica in quanto è arrivata alle finale tramite le interregionali. Il rischio di trovare una di queste squadre nel girone è grande e sarà molto interessante assistere al sorteggio». Carotenuto svela poi gli obiettivi della squadra: «Noi siamo in seconda fascia e in teoria partiamo da seconda forza del girone ma ci sono tante incognite quindi superare il girone potrebbe non essere semplice. Sarebbe già un gran risultato passare ed entrare nelle prime otto d’Italia, tutto ciò che verrà in più sara guadagnato. Confermare il sesto posto sarebbe una cosa ottima ma è un obiettivo alla nostra portata».
Grande entusiasmo anche tra i protagonisti effettivi delle nazionali, i giocatori, rappresentati dal capitano Antonio Lauro che spiega lo stato d’animo della formazione dopo un anno di intenso lavoro nel campionato di serie C e le speranze dei giovani costieri: «L’esperienza della serie C ci aiuterà in questo fine settimana anche se credo che il livello rispetto allo scorso anno si sia alzato notevolmente. Sicuramente il nostro intento è quello di entrare nei primi otto d’Italia ma entrare nei primi quattro sarebbe un traguardo eccezionale. Per quanto riguarda le squadre sicuramente si sono aggiunte altre realtà importanti a quelle dello scorso anno come la Lube Macerata che ha molti ragazzi detentori del titolo italiano U19. Poi le solite, Trento, Treviso, Milano e Padova che sicuramente diranno la loro». Lauro spiega poi gli ingredienti da amalgamare
per tentare l’impresa semifinale: «Sicuramente punteremo molto alla battuta per evitare molto gioco al centro e magari guadagnare quello che perdiamo a muro con la difesa. Poi cercheremo soprattutto di vincere da gruppo e non da singoli».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!